Morgan, addio per sempre al telaio tubolare d’acciaio

Formula 1 Sport

Il celebre telaio tubolare in acciaio della Morgan conquista la palma di chassis più longevo di sempre nella storia dell’auto. Negli scorsi giorni la fabbrica automobilistica britannica, che dallo scorso marzo è controllata dall’italiana Investindustrial della famiglia Bonomi, ha infatti ultimato la produzione dell’ultima vettura con il tradizionale telaio in acciaio, ponendo fine a una tradizione lunga 84 anni e interrotta soltanto nel periodo della seconda guerra mondiale e durante la recente pandemia di Coronavirus. In totale, ammontano a 35.000 le Morgan costruite attorno a questa particolare struttura.

Uno scheletro metallico completato da centine in legno perfetto per un’auto sportiva e apparso per la prima volta nel lontano 1936 sulla 4-4, primo modello della casa britannica dotato di quattro ruote e di un motore a quattro cilindri. In questo lunghissimo arco di tempo, le Morgan con telaio in acciaio sono state esportate in 65 paesi stranieri. L’ultimo esemplare a lasciare le linee di assemblaggio, una Morgan Plus 4 70th Edition, versione nata per festeggiare i primi settant’anni della casa britannica, è stato acquistato da un importante collezionista del marchio, che tra tanti gioielli possiede anche la mitica Plus 4 con cui l’equipaggio formato da Chris Lawrence e Richard Shepherd-Barron ottenne il primo posto alla 24 Ore di Le Mans del 1962 nella classe da 1,6 a 2 litri.

Il primo a mettere l’accento sui meriti e sull’enorme importanza storica del telaio tubolare in acciaio per Morgan è l’amministratore delegato e presidente della casa automobilistica inglese, Steve Morris, che riconosce come “il feeling al volante unico restituito da questa particolare struttura, che ha caratterizzato la produzione Morgan per più di ottant’anni, continua ad affascinare gli amanti della guida senza filtri. La domanda di questi modelli è ancora molto forte”, prosegue il numero uno di Morgan, “ma dobbiamo necessariamente guardare al futuro e tenere conto dei cambiamenti”. Il vecchio telaio, che rimarrà un simbolo della produzione della casa inglese, cede il passo alla nuova piattaforma CX-Generation con parti di alluminio incollate presentata al Salone di Ginevra del 2019 (foto sotto).



Go to Source

Commenti l'articolo