Moto2 | Bezzecchi: “Difficile da accettare”

Formula 1 Sport

Da prendere la leadership del Mondiale ad uno zero pesantissimo. Bastano pochi millimetri a separare la domenica di Marco Bezzecchi dal Paradiso all’Inferno, quelli che in Curva-2 lo hanno visto piegare la moto verso sinistra un po’ più largo della traiettoria ideale, finendo sullo sporco, che ha portato l’anteriore della sua ‘Martina’ (il soprannome dato alla Kalex che guida) a chiudersi inevitabilmente e causando una caduta sportivamente dolorosissima per Bezzecchi.

Rossi e i k.o. in Moto2: “Senza parole”

Il pilota del team Sky by VR46 ha guidato il Gran Premio di Aragon della classe Moto2 dal primo all’ultimo metro. Fino alla scivolata a pochi km dalla bandiera a scacchi. Un k.o. che ha gettato nello sconforto Valentino Rossi davanti al televisore nella sua casa a Tavullia e che ha completato la domenica nera del team guidato da Pablo Nieto, che aveva già visto finire in terra Luca Marini dopo pochi metri. In Moto3, invece, Celestino Vietti Ramus ha dovuto lottare con una gomma dura rivelatasi inefficace per la gara. Nulla è perduto, però. Con ancora 100 punti da assegnare in Moto2 Bastianini guida a quota 155 punti. Lowes ne ha 153, Marini 150 e Bezzecchi 130. In Moto3 Vietti ne paga 18 ad Arenas. Di seguito le dichiarazioni di Bezzecchi e Marini, ovviamente delusi per una domenica amara e desiderosi di riscatto la prossima settimana sempre al Motorland di Alcaniz.

Moto2 | Aragón, gara: vince Lowes, out Marini e Bezzecchi

Marco Bezzecchi: “Sono davvero amareggiato: siamo stati forti tutto il weekend, abbiamo fatto una gran gara riuscendo ad imporre il nostro ritmo e questo finale è davvero duro da accettare adesso. Dobbiamo analizzare i dati, capire bene cosa è successo e tornare a lavorare sodo per il prossimo GP”.

Moto3 | Vietti: “Mi aspettavo di più”

Luca Marini: “Una brutta gara per tutto il Team e mi dispiace davvero molto per tutti i ragazzi. Lato mio, non abbiamo sfruttato al meglio la giornata di venerdì, accusavo ancora i postumi di Le Mans e non sono riuscito a fare il lavoro che volevo. Nelle PL3 ho avuto un problema sulla moto, eravamo in ritardo e sono stato costretto ad inseguire. Ho cercato di partire bene, di non perdere il contatto con il gruppo e stare nelle posizioni intorno alla Top5 prima dell’errore. Dobbiamo analizzare i dati, ma probabilmente sono entrato in curva 1/2 chilometri orari più veloce rispetto agli altri giri e ho perso il davanti. Sono amareggiato, ma sono contento di ritornare subito in pista qui la prossima settimana. Abbiamo un bagaglio di dati da poter utilizzare”.



Go to Source

Commenti l'articolo