MotoGP | Àlex Márquez ottimista per il GP di casa

Formula 1 Sport

Àlex Marquez è un oggetto misterioso della MotoGP odierna. Buttato nella mischia con una Honda che solo il fratello Marc riusciva a guidare in maniera vincente, ha fatto fatica a prendere il ritmo nel campionato e ancora oggi naviga nella seconda metà della classifica. A Misano, nel secondo weekend di gare italiane, è arrivato settimo: il suo miglior risultato stagionale, aiutato anche da una serie di ritiri provvidenziali davanti a lui.

In ogni caso, è stato un risultato che fa da iniezione di fiducia visto che la prossima gara è quella di casa, a Barcellona. Aver concluso a 11 secondi dal vincitore, Maverick Viñales, è forse il motivo maggiore di soddisfazione per lui. Sembra esserci una piccola progressione per il rookie di Cervera, che alla sua prima gara MotoGP, a luglio, era 27 secondi dietro il più veloce. I test ufficiali svolti tra i due Gran Premi di Misano ha aiutato molto: “Per tutto il fine settimana mi sono sentito molto forte e molto costante. Sono soddisfatto perché credo sinceramente che, a parte le cadute davanti, avevamo comunquee il passo per essere nei primi dieci“, ha detto Alex.
Il pilota spagnolo, che non perde quasi mai la calma, ha vinto in Catalogna lo scorso anno, sulla strada per il titolo Moto2 e anche nel 2017 e 2014 (Moto3). “Siamo arrivati ​​a Barcellona in un buon momento. Sono contento dei progressi che abbiamo fatto e non vedo l’ora di guidare a ‘casa mia’. Certo sarà un’esperienza diversa dal normale e sicuramente mi mancherà vedere tutti i tifosi sugli spalti, perché è sempre una sensazione speciale. Speriamo di poter mettere su un bello spettacolo in modo che tutti possano godersi la gara come se fossero qui. Negli ultimi anni ho ottenuto due vittorie e un podio, la verità è che questo circuito mi piace molto“, dice il fratello di Marc. In una stagione così può affidarsi all’ottimismo, in attesa che i risultati entro la top ten diventino una costante e non siano solo frutto di exploit.



Go to Source

Commenti l'articolo