MotoGP | Fratelli Espargarò contro Alex Marquez

Formula 1 Sport

Aragon è un tracciato talismano per Aleix Espargarò e il pilota dell’Aprilia ha confermato la tradizione portando la RS-GP 20 in terza fila con il nono crono assoluto. Il pilota catalano, però, sperava in qualcosa di più e a complicare i piani del padrone di casa c’è stato un contatto con il fratello Pol Espargarò. Entrambi, però, puntano il dito contro Alex Marquez, colpevole a loro avviso di quanto avvenuto. Il pilota della Honda, infatti, si è trovato in un giro ‘lento’ all’uscita della esse che immette sul lungo rettilineo di ritorno. Maverick Vinales lo ha sfilato e ad un certo punto il debuttante della Honda ha accelerato quasi a voler prendere la ‘ruota’ del pilota Yamaha.

Evidentemente, però, non è stata quella l’intenzione del campione in carica della Moto2 che ha continuato a procedere lentamente anche all’ingresso del lungo curvone verso sinistra che immette su quello del traguardo. Aleix Espargarò e Pol Espargarò sono arrivati velocissimi alla chiusura del loro time-attack e si sono trovati in traiettoria la RC213V che procedeva lentamente in un punto in cui la linea è abbastanza unica e dove c’è poco da inventarsi. Aleix e Pol si sono toccati e il pilota dell’Aprilia ha commentato così l’episodio: “Mi chiedo cosa ci fa un pilota praticamente fermo in fondo ad un rettilineo in cui tocchiamo i 350 km/h”, ha dichiarato il maggiore dei fratelli Espargarò.

GP Aragon 2020, la griglia di partenza

Alex Marquez, undicesimo, non era mai partito dalla quarta fila in questa stagione. A meno che i commissari non lo ritengano colpevole in base alle accuse degli Espargarò, il pilota della Honda domani andrà a caccia dei compagni di marca Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami: “Mi sento a mio agio sin dalla prima sessione e sono contento di aver centrato l’accesso diretto in Q2 per la prima volta in stagione. L’obiettivo è chiudere all’interno della top-10”.



Go to Source

Commenti l'articolo