MotoGP | La forza di Quartararo

Formula 1 Sport

Il team Petronas si è messo alle spalle il venerdì di prove libere del Gran Premio di Andalusia con riscontri positivi. Vero è che Fabio Quartararo ha chiuso al 13esimo posto al mattino e il 14esimo in assoluto, ma con la sesta piazza del pomeriggio ha confermato di poter tenere testa a Maverick Viñales e che registrare il miglior crono di giornata non fosse il suo obiettivo. Proprio lo spagnolo all’inizio delle PL2 è rimasto in coda al “Diablo” per cercare di studiarlo in vista della gara. Il francese se n’è accorto e ha provato a farlo passare, senza successo. Quartararo ha infatti chiuso a soli 25 millesimi dallo spagnolo quando la temperatura della pista si è alzata fino alle punte che verosimilmente toccherà domenica. E soprattutto, ha dimostrato di avere margine e potenziale nel passo-gara. Meglio ancora Franco Morbidelli, autore del quarto tempo sia al mattino che al pomeriggio: l’italo-brasiliano, nelle PL2, è stato il migliore dei “big”. Ecco le loro dichiarazioni a caldo.

GP Andalusia 2020, risultati PL2

Fabio Quartararo: “Ho cambiato il mio approccio alle prove libere. E c’era bisogno di cambiarlo perché chiaramente a nessuno piace finire così indietro in classifica, però so che il potenziale è lì. Fino all’anno scorso facevo sempre un time-attack perché volevo terminare in testa. Se avessi finito il venerdì con una posizione come questa, mi sarei arrabbiato. Abbiamo chiuso al 14esimo posto ma abbiamo usato solo due gomme e questo è stato molto importante, perché abbiamo lavorato in vista della gara. Così sono molto contento anche se, come sappiamo, quello che conta è la domenica. Il potenziale di andare direttamente in Q2 è alto, ma naturalmente può succedere di tutto. Mi sento fiducioso e la nostra situazione è molto buona. Oggi abbiamo provato molte novità, siamo forti. Il ritmo è stato ottimo e non vedo l’ora che arrivi domani per tornare in moto e fare qualche giro in più“.

Franco Morbidelli: “È stato un buon venerdì, siamo riusciti a concludere al quarto posto sia la mattina che il pomeriggio. Il ritmo è stato particolarmente buono e quindi sono molto contento. Come sempre, ci sono alcune cose da migliorare, ma siamo in una buona posizione. Un’area da migliorare sarà quella della frenata, lavoreremo sotto questo profilo. Dovrebbe essere una bella gara perché molti piloti stanno facendo registrare tempi sul giro simili. Stamattina abbiamo provato la gomma morbida anteriore, giusto per capire come va. Ci sono alcuni tratti in cui è buona, ma poi la gomma dura è migliore in altri. Dovremo scegliere bene quale gomma usare, ma sono fiducioso per domani“.



Go to Source

Commenti l'articolo