MotoGP | La mamma di Rossi: “Pensava di ritirarsi con la Yamaha ufficiale”

Formula 1 Sport

Il primo dei due fine settimana di Misano è stato particolarmente speciale per la famiglia di Valentino Rossi. Il Dottore ha sfiorato il podio nella gara di casa dopo una gara condotta tutta nelle posizioni di vertice, riuscendo a risalire in maniera significativa nella classifica iridata; due dei suoi ‘eredi’ dell’Academy, Morbidelli e Bagnaia hanno chiuso la gara in prima e seconda posizione; e ‘dulcis in fundo’, il fratello Luca Marini ha trionfato in Moto2, confermandosi leader in campionato. Intervistata dalla Gazzetta dello Sport Stefania Palma, mamma dei due, ha raccontato la gioia di un fine settimana speciale, in attesa del bis.

“Luca ‘fratellino’? Ormai non più, e non era scontato. Per lui non è stato semplice affrontare un mondo dove Valentino è così importante. Invece piano piano, zitto zitto ha fatto tutto quello che doveva fare – ha commentato mamma Stefania – sin da piccolo è uno che, quando ci si mette, fa le cose per bene, non lascia nulla al caso. Valentino per me è più fantasioso, Luca non ho ancora capito bene che tipo sia. Lotta al titolo? Io a quelle cose non penso. Non ci ho mai guardato troppo. L’importante è partecipare bene. E direi che Luca è stato bravo, ha fatto una bella gara“.

Moto2 | Marini apre il Triplete azzurro a Misano

Se per Marini si sta avvicinando probabilmente il momento migliore della carriera, Rossi si trova nella parabola conclusiva della stessa. Al ritiro non si pensa, ma l’ambizione è sempre intatta: “10° Mondiale? Ci ha sempre creduto – ha rivelato la madre – sapeva da sempre le cose che gli mancavano per arrivare ad un obiettivo importante, o perlomeno per giocarsela alla pari. Poi, dopo si vedrà. Quando fai una cosa che ti piace e ti senti bene ci devi provare, o ti resterà per sempre il rammarico. E comunque è così attivo che troverà una soluzione. Uno come lui ha sempre nuove motivazioni, non si avvilisce”.

MotoGP | Rossi-Petronas, Razali: “Ottima riunione”

La stagione del Dottore era iniziata con la pessima gara-1 di Jerez. Poi, con le tanto discusse modifiche alla M1, l’annata si è ribaltata. Qualche frizione con la Yamaha però, resta: “Era da un po’ di anni che sentivo questi discorsi e gli ho sempre consigliato di andarne a parlare direttamente in Giappone. Non è scavalcare le gerarchie ma far vedere quanto ci tenga. Poi il ragionamento di Yamaha è quello che Vale ha detto: gli altri andavano forte e i risultati hanno un gran peso. Ritiro? Non ha mai parlato di fermarsi. Semmai non pensava a questo cambiamento, ma di finire la carriera con Yamaha [ufficiale]“.



Go to Source

Commenti l'articolo