MotoGP | La telemetria supporta la tesi di Zarco

Formula 1 Sport

Nessun processo all’intenzione, ma all’azione. Franco Morbidelli su Twitter ha sottolineato che dal suo punto di vista Johann Zarco deve pagare per essere stato protagonista di una condotta di gara che ha portato ad un pauroso incidente che poteva avere conseguenze serissime per quattro piloti, ovvero il francese, il portacolori della Petronas e anche gli ufficiali Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales.

MotoGP | Morbidelli: “Zarco deve pagare”

In occasione del Gran Premio d’Olanda del 2017, l’ultimo vinto in MotoGP dal Dottore, il nove volte iridato venne toccato da Zarco nella lunga curva verso destra che porta al tornantino verso sinistra che caratterizza il nuovo layout di Assen da quando il circuito olandese è stato drasticamente accorciato. “Ho capito che Zarco non è cattivo – furono le parole di Rossi nel post-gara – è che non è proprio capace a valutare le distanze tra le moto“. Il due volte iridato in Moto2 in MotoGP è già stato protagonista di contatti in diverse occasioni. A Phillip Island, nel 2018, ha tamponato Marquez in pieno rettilineo a velocità altissima, a Brno una settimana fa è stato protagonista di un episodio controverso con Pol Espargarò, contatto per il quale è stato sanzionato con un long lap penalty.

MotoGP | Rossi: “Oggi è stato spaventoso”

A caldo Valentino Rossi ha rivolto accuse pesanti a Johann Zarco, che secondo l’asso di Tavullia avrebbe “frenato in faccia” a Franco Morbidelli per evitare un contro-sorpasso in staccata da parte dell’iridato in Moto2 nel 2017. “Andiamo a vedere la telemetria”, il guanto lanciato da Rossi. Le parole di Rossi hanno ferito Johann Zarco, che è andato di persona a giurare al pilota Yamaha di non averlo fatto apposto e di non essere un pazzo che guida la moto. Nessuno crede, infatti, che Zarco possa aver anche solo minimamente pensato a cercare di danneggiare Morbidelli con una manovra così azzardata, ovvero una frenata improvvisa.

MotoGP | Zarco: “Non sono un pazzo”

A corroborare la tesi di Zarco c’è proprio la telemetria invocata da Rossi. Secondo il comunicato post-gara del team Avintia i dati telemetrici indicano che Zarco ha frenato più tardi in quel punto rispetto alle tornate precedenti. Quindi i dati ‘scagionano’ il francese, o quantomeno non supportano in alcun modo un’azione volta a chiudere la porta a Morbidelli. La FIM e la Dorna al momento non hanno ancora preso una posizione sull’episodio, né hanno comunicato se ci sarà una riunione con Zarco e Morbidelli in vista del Gran Premio della Stiria.

MotoGP | Dovizioso: “Zarco-Morbidelli, traiettorie strane”

A giudicare dalle immagini, l’errore – se così può essere definito – commesso da Zarco è stato quello di infilarsi in un varco apertosi alla sinistra di Morbidelli nella salita che portava alla staccata del tornantino Remus. Una volta infilatosi in quel pertugio Zarco si è ritrovato proiettato su una traiettoria innaturale nell’impostazione della staccata, esattamente davanti a Morbidelli che è stato risucchiato dalla scia della Ducati Avintia quando mai avrebbe potuto aspettarselo. L’impatto è stato inevitabile. Ora la Direzione Gara stabilirà se Zarco si è reso, involontariamente, protagonista di ‘guida irresponsabile’ e se e quanto vada sanzionato.



Go to Source

Commenti l'articolo