MotoGP | Lorenzo: “Peccato non poter correre nel 2020”

Formula 1 Sport

Nella giornata di mercoledì 13 maggio la MotoGP ha deciso di non consentire la possibilità ai collaudatori di scendere in pista nei fine settimana di gara, vietando così le wild card, al fine di ridurre al minimo il numero di persone presenti nel paddock. A fare le spese di questa decisione è stato – tra gli altri – Jorge Lorenzo, che aveva già annunciato, prima del Coronavirus, l’intenzione di tornare in gara al Montmelò.

MotoGP | Jorge Lorenzo, nessuna gara nel 2020

“È un peccato perché volevo davvero tornare a correre con la Yamaha al Montmeló e non potrò farlo“, ha osservato il cinque volte campione del mondo spagnolo, che ha anche riconosciuto che avrebbe trovato enormi difficoltà, non essendo ancora riuscito a salire in sella alla M1 2020: “Sarebbe stato folle fare una gara senza test. Fare una gara giusto per il gusto di farla non ha senso. L’obiettivo era correre per aiutare la Yamaha, con 4 giornate di allenamento quasi consecutive, per raccogliere il maggior numero di informazioni possibili. Inoltre sarebbe scoraggiante tornare senza pubblico“.

Lorenzo, nell’intervista concessa ad As, ha affermato che aveva già pensato ad altri circuiti sui quali competere: “Avevamo scelto Montmelò, ma anche Misano e Motegi sarebbero state buone sedi per tornare“. Lo spagnolo potrà dunque gareggiare solamente nel 2021, a patto che rinnovi l’accordo con Yamaha: “Dobbiamo parlare per vedere se continueremo a lavorare insieme nel test team“. Lorenzo infine non sembra avere intenzione di rientrare a tempo pieno: “Al momento è qualcosa che non ho in testa ed è ancora molto improbabile che accada“.

Go to Source