MotoGP | Marquez non è più bionico

Formula 1 Sport

Chissà cosa starà pensando Marc Marquez di fronte ad una classifica che dopo sette gare vede il leader della graduatoria, Andrea Dovizioso, guidare il gruppo con appena 84 punti, una media esatta di 12 a gara, ovvero meno di un quarto posto. Senza una media da podio in questo folle 2020 si può essere in testa al Mondiale, nel caso di Dovizioso con una vittoria all’attivo e un terzo posto nel Gran Premio inaugurale, quello costato caro a Marc Marquez.

A Jerez, infatti, il pilota della Honda ha commesso un errore dopo poche tornate perdendo l’anteriore ad alta velocità. Grazie ad un salvataggio extraterrestre dei suoi il classe 1993 è rientrato in pista evitando il k.o., ritrovandosi di nuovo sbalzato a terra a pochi giri dalla bandiera a scacchi, un high-side nel quale ha riportato la frattura dell’omero del braccio destro, colpito dalla ruota anteriore la quale aveva oltretutto ulteriore forza dovuto al fatto che la gomma girava ancora. L’otto volte iridato in seguito all’operazione sostenuta martedì provò a tornare in sella già sabato per partecipare al Gran Premio dell’Andalusia, ma durante le qualifiche si trovò costretto a gettare la spugna.

Poi, pochi giorni dopo, la rottura della placca aprendo una finestra (questa la versione ufficiale della Honda Hrc per voce del team manager Alberto Puig) che ha messo fine ai sogni di un rientro lampo per giocarsi il campionato del mondo. Marquez ora ha deciso di attendere che la frattura guarisca naturalmente e tornerà a correre nel finale di stagione quando si sentirà vicino ad essere al 100%. Intanto ha sostenuto un’intervista in cui ha risposto alle domande che gli hanno rivolto tifosi ed appassionati presentandosi agli obiettivi della telecamera e della macchina fotografica senza particolari bendaggi o strumenti di supporto per il braccio infortunato. Si notano ancora, però, ben visibili, i segni di un infortunio decisamente grave, che fortunatamente non impedirà Marquez di tornare in pista prima del termine di questo 2020 a meno di ripensamenti.



Go to Source

Commenti l'articolo