MotoGP | Rossi e l’incognita caldo

Formula 1 Sport

Dopo un primo fine settimana di campionato completamente da dimenticare, con il ritiro  in gara giunto a conclusione di una tre giorni in cui non era mai apparso competitivo, stavolta al pista di Jerez sembra aver restituito un sorriso a Valentino Rossi. Il centauro di casa Yamaha ha concluso al quarto posto la qualifica del Gran Premio di Andalusia, seconda prova del mondiale MotoGP 2020, confermando così le buone prestazioni messe in luce anche durante le prove libere. Il nove volte iridato potrà scattare dalla seconda fila, cercando così di non lasciare scappare subito via i velocissimi Vinales e Quartararo. “Oggi abbiamo continuato a lavorare sulla moto – ha spiegato il Dottore a fine giornata – abbiamo un setting diverso e mi sento meglio”.

MotoGP | GP Andalusia 2020, la griglia di partenza

“La mattina non vado male, il pomeriggio soffro un po’ di più, ma mi sembra che sia difficile per tutti – ha aggiunto ancora Rossi, indicando soprattutto le torride temperature dell’estate spagnola come responsabili delle sue difficoltà – anche questo pomeriggio è stato più caldo del giorno prima e domani ci sarà un altro passo avanti. Penso che quella di domani sarà la gara di MotoGP più calda che abbia mai affrontato. Ora la situazione comincia ad essere davvero al limite, quindi penso che percorrere 25 giri sarà una grande sfida per tutti”.

L’ottima casella di partenza guadagnata oggi però può far sorridere Rossi, che non sale  sul podio della top-class dalla gara di Austin dello scorso anno: “Partirò da una buona posizione e anche il mio ritmo non è poi così male nel pomeriggio, ma dobbiamo ancora migliorare qualcosa, in alcuni punti si perde un po’. Quindi abbiamo ancora del lavoro da fare, ma sarà importante partire davanti” ha concluso il sette volte campione del mondo in 500/MotoGP.



Go to Source

Commenti l'articolo