MotoGP | Timori nel paddock dopo positività Rossi

Formula 1 Sport

Si respira un’aria molto pesante all’interno del paddock di Aragon dopo la notizia della positività di Valentino Rossi al Covid-19. Il Dottore è ora nella sua casa di Tavullia, dove trascorrerà la sua quarantena, ma la paura di non essere immuni al Coronavirus – nonostante il rigido protocollo studiato da FIM e Dorna – adesso è tanta.

MotoGP | Rossi: “Ho un’influenzona”

“Ho sentito Vale e la sua condizione è normale rispetto a come si può stare dopo aver contratto il virus. Anche per noi è difficile affrontare tutto questo dal punto di vista psicologico – è il commento di Luca Marini ai microfoni di Sky Sport – Per lui è ovviamente un peccato, a me è dispiaciuto moltissimo quando l’ho saputo, sono stato malissimo, ma dobbiamo accettarla”.
“Speriamo di tenere botta fino alla fine della stagione – ha aggiunto il leader della Moto2 – Ognuno di noi deve pensare a se stessa e agli altri, tenere sempre la mascherina e seguire i protocolli perché è davvero molto importante. Significa fare uno sforzo comune ancora per un po’ di mesi”.

MotoGP | Ezpeleta su positività Rossi: “È come infortunio”

Tra i più preoccupati dalla situazione attuale c’è Franco Morbidelli, che domenica scorsa ha viaggiato con lo stesso aereo privato di Valentino quando il tampone di entrambi era risultato negativo. L’italo-brasiliano teme – come tutti gli altri piloti – il rischio sempre più alto di contrarre il virus e di dover saltare delle gare di questo finale di stagione.



Go to Source

Commenti l'articolo