MotoGP | Vinales: “Se posso vincere ci proverò”

Formula 1 Sport

L’inseguimento alla prima pole position del 2020 per Maverick Vinales non è ancora terminato. Lo spagnolo del team Yamaha Factory si è infatti dovuto ancora una volta arrendere al lampo di Fabio Quartararo, in quello che è ormai un derby continuo tra la M1 ufficiale e quella Petronas. Vinales questa volta era anche riuscito a strappare il miglior tempo a quello che sarà il suo compagno di box nel 2021, ma l’aver messo entrambe le ruote fuori dal cordolo gli è costato una cancellazione del crono. Il talento di Figueres comunque scatterà dalla seconda posizione, in prima fila, ed è parso estremamente contento della sua performance, anche in ottica gara. Queste le sue parole rilasciate ai microfoni di Sky Sport MotoGP al termine delle qualifiche.

MotoGP | GP Andalusia 2020, la griglia di partenza

Maverick Vinales: “Sono molto contento e soddisfatto. Abbiamo fatto un bel giro, ma quello migliore sarebbe stato quello prima. Mi sono però trovato Pol Espargaro che era caduto in curva 2 e quindi c’era bandiera gialla. Dopo era difficile ritornare. Sono contento aver fatto 6.5 alla mattina e 6.8 al pomeriggio. Il passo che abbiamo per la gara è buono. Sono molto soddisfatto e ho tanta motivazione per domani. La pista era più difficile e più lenta della scorsa settimana. Abbiamo un passo lo scorso weekend e mi sentivo forte per fare i tempi che ho fatto. Sono soddisfatto perché la moto sta lavorando veramente bene, questo è quello che importa. Gara? Io ci proverò a partire in testa e a spingere al massimo fino alla fine. Non fare errori sarà molto importante. Il primo obiettivo è andare sul podio, ma se posso vincere ci proverò. Ho visto Marquez, è stato molto coraggioso a venire qui e provarci. In questo campionato è molto importante non perdere neanche un punto. Lui credo che ci abbia provato. Per la gomma da gara, davanti la scelta è chiara: mi sono trovato molto bene con la dura, anche nei primi giri, e andrò con quella. Dietro non lo so. Ieri mi sono trovato bene con la media, oggi con la soft. Su questo ancora dobbiamo parlare”.



Go to Source

Commenti l'articolo