MotoGP | Viñales soddisfatto nonostante il traffico, obiettivo costanza in gara

Formula 1 Sport

Grande soddisfazione in casa Yamaha dopo le qualifiche del Gran Premio di Aragon, in un weekend non semplice per il team factory di Iwata a seguito dello stop di Valentino Rossi dopo la positività al Coronavirus. Maverick Viñales si è caricato la squadra sulle spalle rivedendo i programmi di lavoro soprattutto nella giornata di sabato, ma è riuscito comunque a trovare un gran tempo che gli ha assicurato la prima fila alle spalle del poleman Fabio Quartararo. Ora, però, sarà importante ottimizzare il potenziale della M1 sul passo gara, per non cadere nelle stesse difficoltà incontrate più volte in questo 2020.

GP Aragon 2020, la griglia di partenza

“Sono abbastanza felice. I tempi sul giro li ho fatti da solo, senza scia, e questo è un bene. Mi sentivo un po’ meglio con il primo set di gomme, con il quale ho fatto il mio miglior primo settore. Ho anche incontrato un po’ di traffico nel terzo settore, quindi non sono riuscito a fare nel complesso il mio miglior giro, ma sono comunque molto contento – ha dichiarato Viñales – Non potevo chiedere molto di più di questo. Il ritmo è buono e mi sento incredibilmente bene, questa è la cosa più importante. Mi sto godendo ogni singolo giro: Aragon è una pista che mi piace molto, quindi domani andrò al massimo. In ottica gara cercheremo di migliorare ancora un po’ e di essere più costanti, ma sono molto contento dei primi due giorni qui. Penso che domani potremo fare un buon lavoro”.

“Avevamo un piano ben preciso da seguire e lo abbiamo fatto, utilizzando le PL3 e le PL4 per concentrarci sulla gara per poi tuffarci direttamente in Q2 per il time attack decisivo. Ieri abbiamo lavorato sulla gomma media e oggi sulla morbida, quindi ora sappiamo su cosa puntare per la gara – ha aggiunto il team principal, Maio Meregalli – Maverick si sente molto bene in sella alla moto e la sua fiducia è alta per la gara di domani. Peccato che non si sia trovato bene con la seconda gomma in Q2 come con la prima, ma questo rende i suoi tempi sul giro in quel secondo round ancora più impressionanti. Ha comunque ottenuto quello che voleva: un posto in prima fila. La seconda piazza è un buon punto di partenza per la gara. Cercheremo di trovare alcune aree dove migliorare ulteriormente, e testeremo le soluzioni nel Warm Up, ma poiché le condizioni saranno decisamente più fredde in mattinata rispetto alla gara, non faremo grandi cambiamenti”.



Go to Source

Commenti l'articolo