Napoli: distorsione per Insigne, stop di 15 giorni

Pubblicità
Pubblicità

Insigne, in seguito al problema muscolare riscontrato nella gara con la Sampdoria, si è sottoposto a esami strumentali che hanno evidenziato una lesione distrattiva di basso grado del muscolo adduttore breve destro. Il calciatore ha già cominciato l’iter riabilitativo. Lo comunica il Napoli che parla dello stop che fermerà per circa due settimane il capitano azzurro per il trauma distorsivo all’adduttore.
Visite anche per Osimhen che stamattina si è sottoposto a tac di controllo alla faccia che ha dato un buon esito. L’attaccante nigeriano guarito dal covid potrà ora tornare ad allenarsi in gruppo con la mascherina; il giocatore verificherà così il contatto in campo per dare ai medici il controllo sul suo ritorno in una partita. “Abbiamo effettuato la tac di controllo a Victor Osimhen, insieme con i professori Tartaro e Santagata. Da un punto di vista medico e biologico il ragazzo sta molto bene, noi siamo contenti dell’esito dell’esame”. Lo ha affermato a Radio Kiss Kiss Napoli il responsabile dello staff medico del club azzurro, Raffaele Canonico, parlando dell’attaccante che ha recuperato dal covid ed è tornato a Napoli per controllarsi dopo l’intervento al volto. “Dal punto di vista osseo ha recuperato bene, può allenarsi con il gruppo – ha proseguito Canonico -. Abbiamo modellato la maschera con una ricostruzione in 3D anche con indicazioni che ci ha dato Osimhen con dei punti di scarico che danno una sicurezza psicofisica all’atleta, che porterà tale maschera per almeno un mese e mezzo. La prudenza è dettata dalle nostre, ma soprattutto dalle sue sensazioni. Quando lui ci segnalerà la sua predisposizione al contatto noi potremo dargli delle valutazioni mediche sul suo ritorno in campo”. Canonico ha commentato anche gli esami del muscolo della coscia destra di Insigne: “Abbiamo fatto ieri un’ecografia e oggi una risonanza – ha detto – ha avuto un piccolo trauma distorsivo all’adduttore breve della gamba destra. In un paio di settimane dovrebbe recuperare. Lorenzo ha sempre risposto bene agli infortuni muscolari. La prognosi è questa”. Ultimo riferimento di infermeria a Lozano, che ancora resta in Messico con il covid: “Lozano – ha detto Canonico – ieri ha fatto un tampone di controllo in Messico, speriamo si sia negativizzato ma dobbiamo attendere. Negli altri casi di positività è inutile fare tamponi ogni giorno. Abbiamo fatto a tutti la dose booster a quelli che potevano farla”.   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source