Napoli: il neo ds Meluso si presenta, ‘obiettivo restare al top’

Pubblicità
Pubblicità

“Chi vince lo scudetto con tanto vantaggio sulla seconda è una super squadra e quindi partiamo dal rendere onore a chi ha costruito e messo in campo questo Napoli. Io li terrei ovviamente tutti i giocatori ma nel calcio ci sono tante dinamiche. E’ un Napoli che è cresciuto in questi anni e vogliamo che rimanga in alto”. Parola di Mauro Meluso, nuovo direttore sportivo del Napoli, alla sua prima conferenza stampa a Dimaro, sede del ritiro estivo dei campioni d’Italia.    L’ex ds tra gli altri di Lecce e Spezia si sente pronto all’esordio in un grande club europeo. Il primo impegno sarà la ricerca di un sostituto all’altezza di Kim Min-Jae in difesa, e di Ndombele come cambio di Anguissa a centrocampo. Ma Meluso dovrà guardarsi anche da possibili offerte super alle stelle del Napoli: “Da domani – spiega Meluso – cominciamo a fare riunioni con il presidente De Laurentiis, l’ad Chiavelli, il capo degli scout Micheli e programmiamo quello che c’è da fare”.    “Ovviamente – ha aggiunto – loro hanno già avuto riunioni con il tecnico Garcia. Kim andrà sicuramente sostituito e ci lavoriamo. Poi pensiamo agli altri, sappiamo che se su Osimhen non arrivano enormi offerte e riusciamo a tenerlo è una gran cosa perché lui fa la differenza in serie A. Ma queste le vediamo piano piano in maniera collegiale, sapendo che ovviamente De Laurentiis è un decisionista e ha il suo peso. Noi ora – ha aggiunto – siamo pronti a lavorare sulle prime mosse, sapendo di essere in un Napoli che ha vinto lo scudetto ma che ha cambiato allenatore, direttore sportivo e che va mantenuto forte, perché se hai vinto, puoi vincere ancora”.    A Meluso viene chiesto delle offerte arabe per Zielinski: “Non ci sono state ancora riferite – la risposta – vedremo. E’ chiaro che gli arabi hanno potenzialità economiche superiori alle nostre e quindi non possiamo competere se offrono 20 o 15 milioni netti di stipendio, questo sbilancia il mercato ma per il momento accade ancora per pochi giocatori”.   
Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *