Napoli: Rrahmani, che orgoglio di partire con lo scudetto

Pubblicità
Pubblicità

“E’ un orgoglio ricominciare questa nuova stagione da campioni d’Italia, dopo 33 anni abbiamo vinto lo scudetto e sappiamo che adesso abbiamo ancora più responsabilità”. Così Amir Rrahmani risponde alle domande dei tifosi del Napoli sul sito del club azzurro dal ritiro di Dimaro.    Il difensore centrale è a Napoli dal gennaio 2020 e quest’estate attende le mosse del club azzurro sul mercato per conoscere chi sarà il suo nuovo compagno titolare al centro della difesa, dopo l’addio di Kim Min-Jae. Ma per ora a vincere è il ricordo della scorsa stagione, in cui Rrahmani parla chiaramente del match migliore giocato dal Napoli: “La partita più bella? Sicuramente il 5-1 contro la Juventus al Maradona.    Quando poi abbiamo battuto l’Atalanta in casa abbiamo davvero capito che avremmo vinto lo scudetto”.    Il difensore del Kossovo ha già firmato il suo rinnovo fino al 2027, giurando fede al club azzurro e parla della sua carriera: “Sono sempre stato difensore – ricorda – fin da quando ho cominciato, anche se all’inizio facevo anche il centrocampista difensivo. Il numero di maglia 13? Prima usavo il 18, poi a 21 anni ho cambiato squadra e ho deciso di prendere il 13 perché tutti dicevano che era un numero sfortunato. A me invece ha portato fortuna”.    Rrahmani si è allenato oggi con i big ormai in campo, giocando anche la partita a tema con porticine e partita a campo ridotto vinta dalla squadra gialla. L’obiettivo per il difensore e il nuovo tecnico Rudi Garcia è ora l’amichevole di lunedì contro la Spal che vedrà per la prima volta in campo i big in questo avvicinamento della stagione.   
Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *