Napoli:Spalletti “posta in palio alta,certi carri non ripassano”

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – BERGAMO, 03 APR – “Nelle ultime sette partite serve comportarsi da squadra di rango che prende per il collo qualsiasi partita”. Luciano Spalletti commenta il 3-1 sull’Atalanta a Bergamo convinto di poter lottare fino in fondo per lo scudetto. “Non possiamo non valutare bene la situazione che c’è davanti in classifica. In casa e fuori non fa differenza, la posta in palio è troppo alta: sono carri che potrebbero non ripassare più”, afferma il tecnico del Napoli.    Sull’analisi della partita, Spalletti è netto: “A volte gli avversari ti inducono a non giocare secondo le tue caratteristiche. L’Atalanta ha sempre forza e determinazione nel duello fisico, nel ritmo e nella presenza: siamo noi a essere cresciuti, anche rispetto alla sconfitta casalinga. Siamo riusciti a uscire bene dalla pressione degli avversari”. Infine, un elogio ai singoli e alla squadra: “E’ cresciuta in mentalità, nell’atteggiamento e nell’esecuzione quando c’è bisogno di qualcosa di più. C’è stata disponibilità a soffrire e anche a rincorrere gli avversari: all’inizio del secondo tempo eravamo un po’ schiacciati, ma le qualità non scompaiono”.    “La partita è cambiata davvero solo col terzo gol, avessimo continuato a difenderci e basta non l’avremmo portata a casa – chiude l’allenatore azzurro -. Mario Rui ha fatto una grande partita, Zanoli è stato entusiasmante per la tranquillità con cui ha giocato. Anche Lobotka m’è piaciuto, ma tutta la squadra ha fatto bene. Insigne s’è ripresentato dalla delusione in Nazionale con la voglia di dare un contributo importante: sapere che i tifosi sono lì a spingere trasferendoci la loro gioia è fondamentale”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source