Obiettivo Renault in Spagna: ottimizzare la qualifica

Formula 1 Sport

Sentimenti contrastanti al termine del doppio impegno di Silverstone in casa Renault. Al quarto posto conquistato da Ricciardo nel GP di Gran Bretagna è seguito l’ottavo di Ocon nel GP del 70° Anniversario, con l’australiano condizionato da un testacoda mentre era in lotta per un piazzamento in Top-10.

Tra pochi giorni, però, si torna subito in pista per il Gran Premio di Spagna a Barcellona, con una nuova opportunità per emergere da un pacchetto di mischia sempre più compatto alle spalle di Mercedes e Red Bull.

Daniel Ricciardo: “È probabilmente il circuito più familiare per tutti noi con tutti i test che facciamo lì. Penso che sarà interessante andarci adesso, ad agosto, quando farà molto più caldo che a febbraio o addirittura a maggio, quando di solito corriamo. In inverno abbiamo svolto dei test decenti, ma la macchina è cambiata un po’ da allora, quindi non vedo l’ora di provarla. Di solito non è la più entusiasmante delle gare per i sorpassi, perché è un circuito ad alta velocità ed è abbastanza difficile seguire la macchina davanti. Penso che se riusciremo a qualificarci bene, non c’è motivo per non avere un risultato importante”.
Esteban Ocon: “Barcellona è un po’ come la casa della Formula 1, con tutti i test che si fanno d’inverno. È una pista dove ho ottenuto il mio miglior risultato in Formula 1, che mi piace molto e dove ho sempre fatto bene nella mia carriera, anche nelle formule minori. Non vedo l’ora di essere in macchina per puntare a un risultato solido”.



Go to Source

Commenti l'articolo