3ca9b91b7b734fbf169bfe4fd8b3d9ba

Ore cruciali per Conte, vicino l’addio all’Inter

Calcio Sport
Pubblicità
Pubblicità

 Non sembra ci siano margini per evitare l’addio di Antonio Conte all’Inter, la strada è tracciata, secondo quanto apprende l’ANSA. C’è solo da definire tempi e modalità di un’uscita comunque dolorosa per il club e i tifosi. La risoluzione consensuale è una possibilità concreta e, se la trattativa non dovesse incepparsi, l’ufficialità potrebbe arrivare già nelle prossime ore.A meno di clamorosi e improbabili colpi di scena, l’Inter dovrà cercare un nuovo allenatore. Circolano i nomi di Massimiliano Allegri che difficilmente accetterebbe di guidare una squadra senza un progetto forte, di Sinisa Mihajlovic ma soprattutto tra i candidati si fa largo Simone Inzaghi che stasera incontrerà Claudio Lotito per decidere il suo futuro.Secondo quanto apprende l’Ansa, il progetto di Suning non coincide con quello – proiettato verso la crescita – del tecnico salentino. La societa’ nerazzurra deve far quadrare i conti per evitare conseguenze drammatiche e questo implica un piano di tagli e cessioni anche eccellenti. Un ridimensionamento che Conte non puo’ approvare e che lo spinge a trovare una soluzione per una separazione consensuale.La situazione economica dell’Inter quindi resta al centro anche per il futuro in panchina di Conte (insieme al suo stipendio da circa 11/12 milioni di euro a stagione). Il club nerazzurro ha concluso, nei giorni scorsi, l’accordo con il fondo statunitense Oaktree per un finanziamento da 275 milioni: soldi che serviranno, in larga parte, a saldare le pendenze della stagione in corso, ma che non dovrebbero venire utilizzati per il mercato estivo, che anzi dovrebbe avere l’obiettivo di un saldo positivo. Una necessità, insieme al taglio di circa il 15% dei costi, indicata da Suning per la prossima stagione, per non gravare ulteriormente un bilancio già duramente colpito dalle conseguenze della pandemia.



Go to Source