Ponte Morandi, 22 milioni di fondi non utilizzati

Formula 1 Sport

[Rassegna stampa] Dopo le polemiche avanzate dalla regione Liguria per il modo in cui Aspi ha gestito la manutenzione del ponte Morandi prima del suo crollo, ora è proprio il governatore Giovanni Toti a finire sotto attacco. Il motivo? I fondi inutilizzati. Dei 27 milioni che il governo gli aveva messo a disposizione, il numero uno della Liguria ne ha utilizzati solamente 5 per gli interventi sul viadotto.

Nuovo ponte Genova, apertura al traffico il 5 agosto

Ventidue milioni non spesi sui ventisette stanziati per gli interventi sul ponte Morandi. Tutti fondi arrivati dal governo e a oggi inutilizzati dalla Regione Liguria governata da Giovanni Toti. A metterlo nero su bianco è il procuratore della Corte dei Conti Claudio Mori nella memoria riguardante il giudizio di parifica del bilancio regionale del 2019. Nella capitolo della relazione sul trasporto pubblico regionale e dopo aver valutato positivamente gli investimenti sugli autobus, Mori dedica una parte agli interventi per il ponte. Attaccando a testa bassa la giunta Toti: “Ciò che desta perplessità e in parte preoccupazione – si legge – è lo stato di inutilizzazione delle risorse provenienti dal ministero a seguito del crollo del viadotto del Polcevera-ponte Morandi”. Nell’elenco delle voci di spesa, il procuratore regionale calcola che solo 5 milioni sui 27 totali (meno di un quinto) sono stati liquidati. “Orbene – conclude Mori – questa Procura contabile non conosce le ragioni, anche in considerazione della gravità dell’evento e del pesantissimo impatto che lo stesso ha avuto sulla economia locale e su quella regionale, per le quali queste somme non siano state spese o, comunque, spese in misura minima”. […]
Gia. Sal., Il Fatto Quotidiano



Go to Source

Commenti l'articolo