Porsche, leggera flessione sul mercato nei primi 9 mesi del 2020

Formula 1 Sport

Il Coronavirus influisce anche sulle vendite di Porsche che registra una leggera flessione nei primi 9 mesi del 2020. Il marchio tedesco accusa un calo del 5% a livello globale rispetto allo stesso periodo del 2019, con 191.547 unità immatricolate. In controtendenza il mercato asiatico che mette a segno un +1%, con la Cina che si conferma terra fertile per la casa di Stoccarda grazie a 62.823 vetture vendute, comunque in calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-2%). Per quanto riguarda l’Europa, la flessione è del 9%, a fronte di 55.483 immatricolazioni da gennaio a settembre, circa 10 mila unità in meno rispetto al 2019.

Un buon settembre in un anno nero

“Porsche si sta dimostrando resiliente alla situazione di crisi determinata dal coronavirus. Grazie a un portafoglio prodotti che include modelli nuovi e rinnovati, siamo riusciti a mantenere a livelli moderati il calo delle consegne”, ha dichiarato Detlev von Platen, membro del Consiglio di Amministrazione e responsabile Vendite & Marketing di Porsche AG. “Il mercato cinese si è ripreso rapidamente dopo il lockdown e la domanda sta mostrando segnali di una crescita significativa anche in altri mercati. Questi sono tutti fattori che hanno contribuito al raggiungimento del risultato annunciato”.

BMW, vendite in aumento nel terzo trimestre

Per quanto attiene ai modelli, la Cayenne ha continuato a mantenersi in testa alla classifica delle richieste: sono 64.299 gli esemplari consegnati ai clienti nei primi nove mesi del 2020. La costante popolarità della variante Coupé ha contribuito a incrementare le vendite di questo modello del 4 percento rispetto allo scorso anno. A ciò si aggiunge la particolare popolarità dell’iconica Porsche 911, che con le sue 25.400 unità consegnate ha fatto segnare un punto percentuale in più rispetto al 2019. La Macan ha registrato 55.124 consegne, mentre nei primi nove mesi dell’esercizio sono stati 10.944 i clienti di tutto il mondo che hanno acquistato la Taycan a trazione esclusivamente elettrica. Porsche guarda comunque al futuro con grande ottimismo, come confermato dallo stesso von Platen: “Porsche non è stata risparmiata dalle conseguenze della crisi da coronavirus. Tuttavia, guardiamo al futuro con un certo ottimismo, soprattutto grazie alla nostra convincente gamma di prodotti e al continuo aumento di nuovi ordini.”



Go to Source

Commenti l'articolo