PSA si ricompra 10 milioni di azioni Dongfeng

Formula 1 Sport

Il Gruppo PSA, nell’ambito degli accordi di fusione con Fiat Chrysler Automobiles (FCA), ha accettato di riacquistare l’1,10% delle azioni della società Peugeot, detenute dalla società cinese Dongfeng Motor Group (DFG) per un importo di 163,85 milioni di euro. Come riportato dal consorzio francese, l’acquisizione si basa su 10 milioni di titoli ordinari.

Dongfeng, partner cinese fondamentale per PSA, ha conseguentemente accettato anche di modificare l’accordo di riacquisto delle partecipazioni. Il riassetto azionario si è reso necessario come operazione preparatoria alla nascita di Stellantis, il gruppo condiviso appunto con FCA. Le azioni PSA acquisite rappresentano circa l’1,10% del capitale sociale di Peugeot SA.
Per ricapitolare nel dettaglio, PSA ha acquistato 10 milioni di azioni detenute dal colosso automobilistico cinese, che ne aveva in totale 30,7 milioni. I restanti 20,7 milioni di azioni Psa, da vendere in base a un nuovo accordo stipulato tra le parti, potranno essere vendute da Dongfeng al Gruppo Psa entro il 31 dicembre 2020, oppure a terzi entro la fine del 2022. Dunque PSA ha un’opzione e una priorità su questo pacchetto.
La storia dice che Psa e Dongfeng hanno aperto il loro lungo legame, attraverso una collaborazione tecnica, nel 1984: i cinesi ebbero la possibilità di produrre la Cx, la 504 e la 505. Poi nel 1992 le due aziende firmarono per una collaborazione più stretta attraverso una joint venture tecnologica e di prodotto. Nel 2007 Psa aveva allargato gli interessi cinesi attraverso una partnership ancora più stretta, culminata nel 2014, riacquistando il 14% del proprio capitale detenuto da General Motors per poi rivenderlo a Dongfeng. Quelle azioni oggi ritornano a PSA in un attento ‘giro’ azionario che stabilizza i rapporti di forza con FCA.



Go to Source

Commenti l'articolo