Quintessence AM37, il fascino di Aston

Formula 1 Sport

Nel mese di settembre 2016 non c’era ancora l’abboccamento di Lawrence Stroll, l’arrivo di un CEO ex AMG né tantomeno era all’orizzonte un periodo nero come quello 2019-2020, nel quale Aston Martin ha prima perso clienti e poi ha dovuto reagire a un problema globale. Cioè la pandemia del Covid-19. Il 2016 fu invece l’anno dell’Aston Martin nautica, un gioiello di stile che venne chiamato AM37 e realizzato con la stretta collaborazione di Quintessence Yacht. Allora il progetto di Aston era di ampliare i suoi orizzonti ben oltre il mondo automotive.

La presentazione, prima del varo ufficiale appunto a settembre, avvenne a Milano in Montenapoleone nella Larusmiani Concept Boutique. Lì James Hall, allora direttore commerciale di Quintessence Yachts, disse: “Il nuovo motoscafo Aston Martin nasce da una grande volontà imprenditoriale di realizzare imbarcazioni fantastiche per clienti che saranno ben orgogliosi di possederle. L’AM 37 sfiderà un mercato che è molto diverso dal settore dei superyacht dove ho maturato la mia lunga esperienza. Ci aspettiamo che molti proprietari di superyacht vogliano acquistare un AM37 come barca aggiuntiva, appunto da 37 piedi, da usare con la famiglia“.

Oggi uno yacht AM37 costa 800mila euro, ma se si cerca sul (nuovo) sito di Aston Martin non si trova più alcuna informazione a riguardo. Di quel progetto si possono comunque ricordare tanti elementi interessanti. Fu concepito dopo due anni di ricerca e sviluppo, sempre avendo cura di presentare un progetto che fosse tecnologico e artigianale allo stesso tempo.

L’allora Chief Creative Officer di Aston Martin, Marek Reichman, e il suo team di progettazione avevano collaborato strettamente con gli architetti navali di Mulder Design per garantire che ogni elemento del progetto fosse attentamente considerato. Quintessence Yachts progettò il design, in linea con le aspettative Aston Martin, per creare un motoscafo innovativo per il mondo della nautica da diporto. Reichman disse: “AM37 è una pura traduzione del DNA Aston Martin in un concetto marittimo. Il motoscafo riflette i nostri valori in termini di potenza, bellezza e anima. L’attributo più importante per Aston Martin è il linguaggio del design e le proporzioni. Era importante per noi quando abbiamo considerato questo progetto assicurarci che il design della barca fosse bello e senza tempo come le nostre auto“.

Lo yacht AM37 è un day cruiser che può raggiungere una velocità di 50 nodi, con un tavolo che può essere trasformato in un letto. La cabina è ben arredata con illuminazione d’atmosfera e aria condizionata. Ci sono frigorifero, forno a microonde e macchina per il caffè – e un bagno a bordo, per cui il comfort è garantito. I sedili posteriori danno spazio a un massimo di otto persone.

Il parabrezza avvolgente è stato creato da un unico pezzo di vetro ‘scolpito’ e incastonato sul ponte di prua della barca. La tecnologia del ponte scorrevole consente ai proprietari di coprire completamente il pozzetto della barca con il semplice tocco di un pulsante. I tre pannelli in carbonio leggero, azionati dalla chiave AM37, si ripiegano sotto il ponte di poppa quando il pozzetto è scoperto. Al timone, il cruscotto in fibra di carbonio dell’AM37 riprende gli elementi stilistici delle auto Aston Martin. La navigazione, il monitor di controllo e i sistemi di intrattenimento sono tutti integrati, con funzioni multimediali avanzate. La versione S ospita invece la maggiore quantità di cavalleria: 520 HP, grazie a due motori Mercury.



Go to Source

Commenti l'articolo