Renault, per Silverstone spezzare il tabù 8° posto

Formula 1 Sport

Ottavi in Austria, con Esteban Ocon a punti e Daniel Ricciardo ritirato. E se cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia, anche in Stiria sono arrivati quattro punticini, stavolta firmati dall’australiano, con il francese ritirato. In Ungheria ancora il solito piazzamento portato a casa dall’ex Red Bull: la Renault si è abituata all’ottavo posto. Ma abituarsi è pericoloso, soprattutto per chi ha ambizione. Ecco perché Silverstone deve rappresentare un cambio di marcia per la casa della Losanga. Una Renault che è anche in credito con la sorte, visto che in gara-2 sul circuito del Red Bull Ring Lance Stroll ha mandato largo Ricciardo a poche curve dal termine, facendogli perdere due posizioni. Queste le parole dei due portacolori della Renault alla vigilia del primo weekend britannico.

Daniel Ricciardo: “Adoro correre a Silverstone. Si tratta di una gara speciale per me, soprattutto perché qui ho esordito in Formula 1 nel 2011. Mi sembra molto tempo fa, ma me lo ricordo bene. Silverstone è una grande pista, è piuttosto epica. Mediamente si viaggia ad alte velocità e in alcuni punti bisogna anche essere molto coraggiosi per tirare fuori il massimo dalla macchina. Tutti noi amiamo Maggots e Becketts, sono tra le migliori curve di tutta la stagione e sarà molto eccitante percorrerle“.

Esteban Ocon: “Silverstone è un circuito davvero divertente in cui guidare. In una vettura di Formula 1 ogni sequenza veloce di curve è un’esperienza fantastica e questo tracciato ne è pieno. Maggots e Becketts sono così belle da percorrere in una macchina moderna. Sono semplicemente fantastiche. È un tracciato impegnativo, su cui – però – conterà molto il fattore-pilota. Si tratta di affrontare al massimo ogni curva e di far durare lo slancio per tutto il giro. Ci sono alcuni punti di sorpasso, quindi certamente sarà una bella gara. Noi puntiamo a lottare per la zona punti“.



Go to Source

Commenti l'articolo