Rocchi: “Spalletti? Da toscano magari capivo la sua battuta”

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 25 OTT – “Ieri ero a Roma e ho parlato sia con Mourinho che con Spalletti: sono contento che entrambi si siano scusati a fine partita. Questo gesto dimostra grande intelligenza da parte loro. Sono stato in campo fino a ieri e ho molto apprezzato questo, perché so benissimo che l’adrenalina durante la partita e anche alla fine è altissima e può far perdere il controllo. Invece, quando sei a freddo e realizzi che ti comporti così… A entrambi vanno i miei complimenti”. Così Gianluca Rocchi, commentando l’espulsione di Luciano Spalletti (che si è ‘complimentato’ per l’arbitraggio con Massa) in Roma-Napoli, parlando a Radio anch’io lo sport, su RadioRai.    “Spalletti è toscano come me, ha la battuta come me e quindi, probabilmente, se avesse fatto una battuta come ha fatto con Massa a fine partita, io avrei agito in maniera diversa, perché magari sapevo dove voleva andare a parare. Massa probabilmente è più introverso, ha un carattere diverso, l’ha vissuta male e ha reagito così. Probabilmente si è sentito attaccato e ha reagito come noi abbiamo chiesto di reagire: noi chiediamo ai nostri ‘fischietti’ estrema educazione e signorilità, ma di essere intransigenti con chi si comporta male. I ragazzi stanno rispondendo in questo”, aggiunge Rocchi. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source