Rogerio non va a Mosca, l’agente ‘Sassuolo non tratta coi russi’

Pubblicità
Pubblicità

In corso un braccio di ferro tra il Sassuolo e l’agente del terzino brasiliano Rogerio, dopo la mancata intesa per il trasferimento del giocatore allo Spartak Mosca. Secondo l’agente del calciatore, Vinicius Prattes, il motivo sarebbe da ricercarsi nel fatto che il gruppo Mapei, proprietario del club emiliano, non intenderebbe trattare con la Russia, anche se il club russo sembra disposto a pagare Rogerio 8 milioni di euro.    Lo stesso Prattes fa riferimento ad una trattativa “iniziata due settimana fa. Trovata l’intesa – ha detto lo stesso procuratore – il Gruppo Mapei ci ha comunicato dopo quindici giorni che non avrebbe accettato di trattare con i russi.    Dovevano avvertire subito. E’ stata una mancanza di rispetto”.    Da parte del Sassuolo, l’ad, Giovanni Carnevali, si è limitato a dire che al momento “non ci sono sviluppi” senza rilasciare altre dichiarazioni.    Tramontata al momento questa possibilità, l’agente di Rogerio ha poi aggiunto che “il calciatore non rinnoverà il contratto in scadenza 2024 e il Sassuolo lo sa già dalla fine della scorsa stagione. Ora i club interessati dovranno rivolgersi solo a me e al giocatore”. Rogerio, 25 anni, a Sassuolo dall’estate del 2017 con 144 presenze e due reti, già l’anno scorso sembrava dovesse essere ceduto al Newcastle per 15 milioni ma poi tutto sfumò.      
Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *