Russell: “Dispiaciuto di non correre a Monte Carlo”

Formula 1 Sport

Il 24 maggio avrebbe dovuto essere il giorno dell’edizione numero 78 del Gran Premio di Monte Carlo. Il Coronavirus ha però stravolto i piani di tutto il mondo, F1 compresa, e nonostante la stagione 2020 dovrebbe prendere il via a luglio, la storica gara del Principato è stata cancellata, uscendo così dal calendario mondiale per la prima volta dal 1955. La sfida per i piloti con una delle gare più difficili e stressanti dell’intera stagione è così rimandata al 2021, ma c’è chi in questi giorni ha voluto ricordare l’appuntamento con le stradine monegasche.

Gutted not to be doing this again today. That Quali lap was one of my highlights of the season and it took 40-50 of those in a row on Sunday just to keep the tyres in the window with the lack of downforce we had, which was just so much fun! [1/2] pic.twitter.com/NGTEK7i6tN
— George Russell (@GeorgeRussell63) May 23, 2020

Sul proprio profilo Twitter infatti George Russell ha pubblicato un riferimento al GP di Monaco, scrivendo della sua esperienza dell’anno scorso, la prima vissuta al volante di una F1: “Sono affranto dal non poter rifare di nuovo tutto questo oggi – ha scritto, pubblicando un video delle qualifiche affrontate al volante della sua Williams – quel giro di qualifica è stato uno dei momenti salienti della stagione e domenica ce ne sono voluti 40 o 50 di quelli, consecutivi, solo per riuscire a mantenere le gomme nella finestra di utilizzo con la mancanza di carico aerodinamico che abbiamo avuto; il che è stato molto divertente”.

Russell e il mercato: “Curioso sulle prossime due settimane”

Nel 2019 Russell riuscì a qualificarsi solo in 19esima posizione, complice lo scarso rendimento della sua FW42, battendo di circa tre decimi il compagno di squadra Robert Kubica. Nella giornata di domenica l’inglese chiuse in 15esima piazza, mettendosi alle spalle Stroll, Raikkonen, Kubica e Giovinazzi. Nel 2018 invece, in Formula 2, nonostante il titolo conquistato a fine anno, Russell fu vittima di un doppio ritiro a Monte Carlo: “Il nostro ritmo era in realtà abbastanza decente – ha ricordato tornado ancora con la mente al 2019 – in qualche modo eravamo stati anche l’auto più veloce in pista per un giro verso la fine della gara. [Sono] Ricordi fantastici. Aspettare un altro anno per tornare su quelle strade fa male, ma sarà così dolce quando lo faremo” ha scritto ancora il talento d’oltremanica, serio candidato ad un sedile Mercedes per il 2021.

Go to Source