Serie A, Brescia Roma

Calcio Sport

Serie A: si gioca alle 19,30 il secondo anticipo della 32/a giornata, Brescia-Roma  DIRETTA

Il dubbio Dzeko, la certezza del modulo. Alla vigilia della trasferta sul campo del Brescia, Paulo Fonseca conferma di non voler stravolgere più di tanto la formazione e continuerà a schierare la Roma col 3-4-2-1 visto col Parma. Alcuni interpreti, tuttavia, cambieranno per forza rispetto all’ultima uscita visto che mancheranno per squalifica sia Mkhitaryan sia Cristante, che coi ducali aveva giocato da centrale difensivo per colmare il vuoto lasciato dall’infortunato Smalling. “Giocheremo con la difesa a tre, e Fazio sostituirà Cristante” spiega quindi il tecnico giallorosso, ancora indeciso invece sull’uomo da scegliere al posto dell’armeno: “Abbiamo molti calciatori che possono fare quel ruolo, vedremo domani”. Di certo non sarà Zaniolo a partire titolare. “È stato tanto tempo infortunato, ora dobbiamo scegliere il tempo giusto per farlo tornare a giocare sempre più minuti – sottolinea Fonseca -. Ma la cosa più importante è la squadra, non posso pensare solo a Zaniolo. Se abbiamo la possibilità, Zaniolo giocherà più minuti, se non abbiamo possibilità, non giocherà”. Chi invece potrebbe aver bisogno di riposarsi, lasciando spazio a Kalinic, è Dzeko. “Ha giocato le ultime due partite, ha lavorato molto difensivamente, ha poco tempo per recuperare – ricorda il portoghese -. Ho parlato ieri con Edin, era un po’ stanco, vediamo oggi come sta fisicamente e poi deciderò”.    Insomma, la rifinitura sarà determinante per capire chi giocherà, e anche per scoprire se ci saranno altre bocciature come quella avvenuta con Kluivert prima della sfida col Parma.    “Non mi era piaciuto il suo allenamento, ne ho parlato con lui e per questo non è stato convocato – rivela Fonseca -. Ma ha reagito, si è allenato bene, e se oggi lo farà domani sarà un’opzione per noi”. Le certezze sono Veretout e Pellegrini. Il francese è sempre più indispensabile a centrocampo anche se Fonseca cerca di non caricarlo di troppe responsabilità. “Nessun giocatore è imprescindibile nella Roma, ma posso dire che è in un grande momento e che per noi è importantissimo”, poi su Pellegrini: “Se sono soddisfatto della sua stagione? Io non sono mai soddisfatto ma ho totale fiducia in lui, mi piace tanto, è un giovane che può e deve migliorare”.    Non c’è solo il campionato però nei pensieri della Roma.    L’urna di Nyon ha decretato il potenziale cammino dei giallorossi in Europa League: se passeranno gli ottavi col Siviglia (gara secca in Germania il 5 o 6 agosto), se la vedranno nei quarti contro la vincente di Wolverhampton-Olympiacos. Già sorteggiate anche le squadre nel lato del tabellone della Roma in caso di semifinale: l’avversaria uscirà tra Copenhagen-Basaksehir e Manchester United-Lask. Un ostacolo in più forse nella trattativa coi Red Devils per permettere a Smalling di giocare con la Roma anche le gare di coppa. “Ci stiamo lavorando, sono molto fiducioso che possa giocare in Europa League” conclude Fonseca.    



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi