Serie A: Frosinone-Atalanta 2-1, Monza-Empoli 2-0

Pubblicità
Pubblicità

Frosinone 2 – Atalanta 1 (reti di Harroui e Monterisi, risponde Zapata) CRONACA

Il migliore di San Siro è il migliore dello U-Power: cambiano gli stadi, ma il volto del nuovo Monza è sempre quello di Andrea Colpani. Uscito a testa alta dal Meazza la scorsa settimana nel 2-0 per l’Inter, capace di mettere in ginocchio l’Empoli con lo stesso risultato, per i primi tre punti biancorossi, al debutto stagionale davanti al proprio pubblico. In partenza Palladino boccia Kyriakopoulous e si inventa Ciurria sulla sinistra, lanciando Birindelli a destra, con Mota Carvalho preferito a Maric davanti. Zanetti deve fare a meno di Caprile e tra i pali ci va Perisan, che a Pordenone prese il posto di Di Gregorio e che anche lo scorso anno fu titolare a Monza al posto di Vicario. Resta invece relegato in panchina per l’ex di turno, Ranocchia, con Cacace e Caputo che vincono i ballottaggi con Pezzella e Piccoli. In tribuna accanto a Galliani l’ultimo arrivato in casa Monza, Akpa-Akpro, lo scorso anno proprio con i toscani. Il primo tiro ciabattato è di Ciurria dopo 7 minuti, a cui risponde subito Cancellieri. Al minuto 8 i gialli sono già due: Baldanzi, dopo 36″, e Izzo. La mossa del mancino Ciurria sulla corsia comoda si rivela vincente, perché il Monza affonda sempre a sinistra, con lo stesso 84 ma anche con Mota e Caprari. Eppure l’occasione arriva per vie centrali: al 20′ Gagliardini dalla lunga distanza centra la traversa. Cinque minuti dopo Ciurria per Colpani che trova solo Luperto a dirgli di no, quindi Mota si inventa una girata di testa che esce di poco. L’Empoli soffre e regge solo fino al 45′, quando Colpani compie il consueto movimento a rientrare da destra e di sinistro trova il sette per il vantaggio. All’intervallo Zanetti ribalta i suoi, se è vero che l’avvio è tutto empolese: Di Gregorio dice di no due volte a Caputo, poi Marin dai trenta metri è deviato sulla traversa da Di Gregorio. Ma è il Monza a passare di nuovo: Ciurria crossa da sinistra per la testa di Colpani, lasciato colpevolmente solo. Perisan si oppone in modo rivedibile e il tabellone segna 2-0. E se lo scorso marzo finì 2-1, l’Empoli cerca di rimettere in pista il proprio destino, dall’altra c’è la squadra brianzola che cerca di chiuderla con Caprari, alla ricerca del gol numero 50 in A. Di Gregorio smanaccia un rasoterra di Haas, dall’altra parte Ciurria sfiora il 3-0 con un gran destro a incrociare. Prima che D’Ambrosio esca in barella con le mani sul volto, Piccoli si divora il gol della bandiera a tu per tu con Di Gregorio, dopo una leggerezza di Marì. Ma l’occasione ce l’ha anche Vignato, messo in vetrina con Valentin Carboni: 19 e 18 anni, per dire che il futuro del nuovo Monza è già iniziato.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *