Serie A: Napoli-Milan al Maradona con vista scudetto

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 04 MAR – Il big-match della 28/a giornata di Serie A è Napoli-Milan. La prima gioia dei rossoneri si gioca a 3,60 ma, secondo gli analisti Snai, è il Napoli a partire favorito. Il segno ‘1’ è a 2,15, con il pari a 3,15. Le ultime cinque partite giocate in casa del Napoli si sono concluse con gli esiti ‘Over’ e ‘Goal’: un risultato con almeno 3 gol segnati è a 1,90, quello con entrambe le squadre a segno a 1,67. Il tridente Osimhen-Mertens-Insigne occupa il podio dei bomber più probabili, tutti a 2,75 al pari di Ibrahimovic. Seguono a ruota Giroud a 3,00 e Leao a 3,50. Chi può approfittare dello scontro diretto tra Napoli e Milan è la Juventus, L’1 dei bianconeri in casa contro lo Spezia è a 1,23, il pareggio paga 6 volte la posta. La quota per il colpo dei liguri è invece la seconda più alta del week-end di Serie A (13,00), seconda soltanto a quella per la vittoria della Salernitana a Milano sull’Inter (18,00). Domani alle 18 occhi puntati sullo stadio Olimpico, dove la Roma affronterà l’Atalanta. Grande equilibrio nelle quote Snai, con i giallorossi leggermente avanti: segno ‘1’ a 2,60, colpo dell’Atalanta a 2,70. Più lontano il pareggio: a 3,40.    All’andata fu la Roma a trionfare a Bergamo (4-1): un altro ‘Over’ 2,5 si gioca a 1,65, alzando l’asticella a 3,5 si arriva a 2,55. Testa a testa fra Abraham e Muriel per la corsa al primo marcatore: comanda l’inglese della Roma a 5,50, seguito dal colombiano dell’Atalanta a 6,75.    Sempre domani, ma alle 20,45, la Lazio fa rotta sull’Isola. I biancocelesti di Maurizio Sarri affronteranno un Cagliari in grande salute: da una parte l’esigenza della Lazio di trovare punti per l’Europa, dall’altra quella della squadra di Mazzarri di uscire dalla zona pericolosa della classifica. I cinque risultati utili di fila ottenuti dal Cagliari non bastano per orientare il pronostico dalla parte dei sardi: il successo della Lazio vale 2,05, quello del Cagliari 3,60, con il segno ‘X’ a 3,45. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source