Singapore, cambia il layout di Marina Bay

Formula 1 Sport

Marina Bay si prepara ad un profondo restyling per il prossimo futuro. A partire dal 2022, infatti, il circuito cittadino di Singapore ha aperto a modificare il proprio layout alla luce dell’imminente ristrutturazione della piattaforma galleggiante, uno dei simboli della città.

Secondo quanto riportato dal The Straits Times, i promoter del GP di Singapore e del Singapore Tourism Board hanno dichiarato che lavoreranno insieme ad altre parti interessate per rivedere il disegno del circuito cittadino asiatico e apportare le necessarie modifiche qualora si rendessero necessarie: “Come organizzatori di una gara cittadina, abbiamo sempre affrontato tutte le sfide che si presentano quando si organizza una competizione nel cuore della città. Il tracciato si è costantemente evoluto dalla gara inaugurale e, nel corso degli anni, sono state apportate modifiche per diverse ragioni, come i cambiamenti apportati al quartiere civico e la sicurezza dei piloti”.

Una prima opzione emersa è quella di collegare le curve 16 e 19 lungo Raffles Avenue, bypassando il tratto su cui si affaccia la Tribuna Bay e creando un rettilineo molto più veloce rispetto a quello presente tra le curve 4 e 5, con maggiori opportunità di sorpasso. Questo, tuttavia, comporterà un accorciamento dell’attuale tracciato di 5,063 km e ridurrà anche il numero di curve, passando da 23 a 19, mantenendo comunque una capienza minima di circa 35.000 posti a sedere.
Le parole dei promoter confermerebbero, quindi, l’interessamento di Singapore nel rinnovare il proprio impegno in Formula 1 anche per il prossimo futuro, allontanando il ritorno di voci di un addio nonostante l’assenza una vera e propria trattativa con Liberty Media. Il weekend di gara ha avuto comunque un impatto notevole sul turismo della zona: si stima, infatti, che l’evento produca un giro economico di 130 milioni di euro all’anno.



Go to Source

Commenti l'articolo