Spalletti a bimbi Acerra, crediamo in vostro futuro

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – NAPOLI, 30 OTT – “Anche io ho cominciato in un campo così, anzi il mio era peggiore di questo. Sono felice che voi abbiate un campo più bello. Ho tentato di fare il calciatore ma non sono riuscito a diventare importantissimo ma poi ho creduto in quello che facevo e ho avuto comunque successo”.    Così il tecnico del Napoli Luciano Spalletti ha parlato ai ragazzini di Acerra, dove ha partecipato all’inaugurazione di un campetto di calcio della diocesi per i bimbi. “Facevo – ha raccontato Spalletti – anche l’allenatore dei bambini, su un campo così, dettavo delle regole e il mio capitano era quello che aveva la pagella migliore. Non il più bravo. Anche Koulibaly, Osimhen e Insigne sono stati bambini che hanno sognato di diventare campioni e poi hanno formato quella corteccia di uomini che ci vuole e lo sono diventati davvero.    Complimenti per aver creato questa struttura: questa è solo la scatola che vi mettono a disposizione, il regalo dentro è il vostro impegno, la gioia di stare assieme, la vostra libertà di poter esprimere i vostri sogni. Voi siete per noi tutti importanti, noi crediamo nel vostro futuro. Noi stiamo a guardare quello che voi riuscirete a diventare”.    A un bambino che gli ha chiesto le sensazioni di essere l’allenatore degli azzurri, Spalletti ha risposto: “Provo una grande gioia, mi sento benissimo nella tuta azzurra, e spero di poterci fare dentro molti chilometri e magari con voi al mio fianco saremo ancora più forti”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source