Stiria, contatto Ricciardo-Stroll: il dietrofront di Masi

Formula 1 Sport

Nel finale del Gran Premio della Stiria, il replay della prova inaugurale sul circuito del Red Bull Ring, c’è stato un contatto tra Daniel Ricciardo e Lance Stroll che ha praticamente spianato la strada alla rimonta di Lando Norris. L’australiano e il canadese si sono toccati in curva tre, a pochissimi chilometri dal traguardo, dopo il tutto per tutto del pilota Racing Point. Un azzardo che ha fatto perdere due posizioni a Ricciardo: malgrado l’investigazione post-gara, i commissari non hanno ritenuto di dover punire Stroll per una manovra al limite.

Ricciardo vuole chiarimenti sulla manovra di Stroll

Lo stesso Ricciardo non ha voluto fare troppe polemiche, pur ribadendo le sue ragioni con fermezza. Secondo lui Stroll ha compiuto una manovra irregolare ed era lecito riottenere la posizione ai danni del canadese. A dar manforte a questa interpretazione ora è arrivato anche il Direttore di Gara della Formula 1 Michael Masi, interpellato da RaceFans: “Dopo una discussione tra i piloti e la FIA, probabilmente un cambio di posizioni sarebbe stata la decisione migliore per quell’episodio. C’è stata una discussione tra gli stewards e l’abbiamo esaminata in dettaglio. Durante il briefing dei piloti ne abbiamo parlato di nuovo e ne abbiamo convenuto che si sarebbe dovuta prendere una decisione migliore“.

Masi (FIA) spiega la mancata penalità di Bottas

Un passo indietro, dunque, da parte di Masi: un episodio del genere sarà sanzionato, qualora ricapitasse. Anche perché Stroll, nella sua manovra, non solo ha mandato fuori pista Ricciardo, è andato lui stesso oltre il cordolo. Facendo scivolare l’ex Red Bull all’ottavo posto. Il sorapsso solo in apparenza somigliava a quello di Max Verstappen su Charles Leclerc nel 2019: l’olandese, infatti, era rimasto sul tracciato.



Go to Source

Commenti l'articolo