Terzino-portiere con maglia tarocca, confermata multa Comore

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 30 GEN – Una multa per un terzino che deve improvvisarsi portiere e ‘tarocca’ il numero di maglia con il nastro adesivo, e poi niente sconti: la confederazione calcistica africana (Caf) ha respinto il ricorso della federcalcio delle Comore relativo alla multa (di una somma equivalente a 4.500 euro) inflitta per la maglia ‘modificata’ dal suo terzino Chaker Alhadhur nella partita degli ottavi di finale contro il Camerun.    Il match, giocato lunedì scorso, era stato vinto dalla squadra camerunense 2-1, con le Comore che erano state costrette a schierare in porta Alhadhur a causa della contemporanea assenza di tutti e tre i suoi portieri, due per Covid e uno per infortunio. La Caf, come da regolamento, non aveva consentito alle Comore una soluzione di emergenza, ovvero di convocare un quarto estremo difensore, così in porta era andato Alhadhur che aveva ‘corretto’ alla meno peggio la maglia del portiere Moyadh Ousseni coprendo il n.16 di quest’ultimo con del nastro adesivo che andava a formare il 3, ovvero il numero di Alhadhur.    La cosa non era piaciuta alla Caf, che aveva multato la federcalcio delle Comore ritenendola colpevole di non aver rispettato la numerazione dei giocatori. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source