Tesla Model 3 fallisce test con frenata automatica d’emergenza

Formula 1 Sport

I sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida sono in molti casi fondamentali tecnologie per i conducenti delle auto che vengono supportati durante la guida in situazioni potenzialmente pericolose. Non sempre tutto va come previsto, così com’è capitato ad una Tesla Model 3 nel corso di una dimostrazione di sicurezza in Cina. La berlina elettrica americana ha infatti clamorosamente fallito un test riguardante la frenata automatica d’emergenza, finendo per investire il manichino di un pedone senza accennare minimamente a rallentare in presenza dell’ostacolo.

Clip from China of a $TSLA Model 3, evidently equipped with the latest and greatest safety technology. My guess is the 4D dojo supercomputer recognizes that the pedestrian dummy is not a human and therefore sees no reason to perform evasive maneuvers. pic.twitter.com/R1mQqbxIy9
— Stultus (@StultusVox) September 20, 2020

Il video del test ha fatto rapidamente il giro del web, mostrando i limiti di una tecnologia che non sempre assicura l’infallibilità. Una clip ripresa all’interno della Tesla Model 3 mostra in realtà come l’AEB abbia riconosciuto la presenza di un ostacolo sul suo percorso, anche se il rilevamento del pedone è avvenuto con troppo ritardo. Non si tratta della prima volta per il marchio di Palo Alto: anche un’altra vettura infatti ha avuto lo stesso problema, finendo per travolgere il manichino utilizzato per la dimostrazione. Test simili sui sistemi di frenata automatica d’emergenza erano stati svolti anche lo scorso anno negli Stati Uniti, con le vetture analizzate che avevano mostrato alcuni problemi nel rilevare la presenza di ostacoli a velocità superiori ai 45 km/h. Tesla è soltanto l’ultimo dei marchi automobilistici a non aver superato test simili: la tecnologia AEB si rivela sicuramente fondamentale per la sicurezza di pedoni e veicoli anche se al momento necessità di uno sviluppo ulteriore per evitare incidenti.



Go to Source

Commenti l'articolo