U.21; Italia con l’affanno, in Montenegro finisce 1-1

Pubblicità
Pubblicità

La Nazionale italiana Under 21 guidata da Paolo Nicolato rischia anche troppo contro il Montenegro, nella sesta partita dal Gruppo 6 di qualificazione alla fase finale dell’Europeo 2023 di categoria, ma alla fine riesce a salvarsi, agganciando la Svezia a 14 punti (ma con una partita in meno). A Podgorica finisce 1-1, con i padroni di casa in vantaggio al 37′ grazie alla rete di Rakonjak, ma raggiunti 2′ più tardi da Ricci. Il match si è rivelato più complicato del previsto per l’Italia, e non solo a causa del vantaggio dei padroni di casa, che ha costretto gli azzurrini a inseguire, quanto per l’atteggiamento degli stessi montenegrini, assai aggressivi e intenzionati a emulare i ‘cugini’ della Macedonia del Nord, che ieri sera hanno costretto i ‘senatori’ di Roberto Mancini a ingoiare il rospo della mancata qualificazione ai Mondiali in Qatar, vincendo a Palermo. Il Montenegro allenato da Miodrag Vukotic è partito con il 4-2-3-1, davanti al portiere Ivezic, opponendosi a un’Italia che si è schierata invece con il 4-3-3 davanti al portiere Carnesecchi. L’equilibrio si spezza nella fase finale del primo tempo: Rakonjac al 37′ infila il portiere degli azzurri; tuttavia, passano solo 2′ e Bellanova pesca Ricci, che firma il pari. Nel secondo tempo entrambe le squadre hanno l’opportunità di passare in vantaggio, ma senza successo. L’occasione più ghiotta capita al 39′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Okoli di testa sfiora di pochissimo il palo e l’Italia deve accontentarsi di un pareggio che, però, le permette di agganciare la Svezia in vetta alla classifica del girone con una partita in meno. Martedì altro euro-appuntamento, ma allo stadio Nereo Rocco di Trieste, questa volta per affrontare i pari età della Bosnia.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source