Un go-kart elettrico che suona come una Lamborghini V12

Formula 1 Sport

Xiaomi ha deciso di festeggiare il decimo anniversario dalla fondazione in modo speciale. Il colosso cinese dell’elettronica, tra i primi cinque produttori di smartphone al mondo, ha realizzato un go-kart 100% elettrico in collaborazione con Lamborghini. Si chiama Ninebot GoKart Pro Lamborghini Edition ed è verniciato nella stessa tonalità di giallo dei bolidi di Sant’Agata Bolognese. Altri richiami alla casa automobilistica del toro sono le strisce adesive, tipiche delle Lamborghini da corsa, e il logo della casa automobilistica italiana.

Lamborghini Aventador, in arrivo una nuova versione

Naturale evoluzione del modello Ninebot GoKart Pro, la Lamborghini Edition è completamente elettrica e vanta un pacco batterie da 432 Wh che promette un’autonomia di 62 giri su un circuito di 400 metri a una velocità media di 40 km/h. Il go-kart monta pneumatici progettati ad hoc per esaltare le doti dinamiche del veicolo e rendere più facile il drifting in pista. Ma la vera chicca sta nello speciale sistema audio che replica il rombo dei potentissimi motori Lamborghini. Per i puristi del karting, fedeli ai cari, vecchi motori a due tempi, è un’eresia, ma il lavoro degli ingegneri della casa del toro si è tradotto in un sound identico a quello dei motori V10 e V12 che giura di non far rimpiangere il classico motore a combustione.
Anche il design si ispira alle auto da corsa moderne. In particolare alle monoposto di Formula 1 di ultima generazione, dalle quali Xiaomi ha ripreso la forma dell’ala anteriore. Ergonomica la posizione di guida, resa ancora più confortevole da un voltante più simile a quello di un’automobile sportiva che a quello di un go-kart. Il look è completato da un grande alettone posteriore che sembra preso in prestito dalle Lamborghini più estreme. Per ora il Ninebot GoKart Pro Lamborghini Edition è venduto solamente in Cina a un prezzo di circa 1500 dollari, ma non è escluso che la società cinese in futuro lo commercializzerà anche in altri mercati.



Go to Source

Commenti l'articolo