Vettel: non c’è spazio in Aston Martin nel 2021

Formula 1 Sport

“Non possiamo ignorare Sebastian Vettel”. Così il team principal della Mercedes Toto Wolff ha commentato a caldo la decisione congiunta comunicata nella giornata di martedì dal pilota tedesco e dalla Ferrari riguardo alla non prosecuzione del rapporto che si interromperà quindi al termine del 2020. Le parole del manager austriaco hanno di conseguenza innescato l’ipotesi Mercedes per l’immediato futuro del quattro volte iridato, una soluzione che lo stesso Wolff ha allontanato lasciando intendere che in caso di sedile a disposizione in Mercedes la priorità andrebbe a George Russell.

Mercedes, Wolff: “Non possiamo ignorare Vettel”

Toto Wolff è anche molto vicino a Lawrence Stroll, prova ne è l’investimento da 37 milioni di Sterline effettuato per acquistare una piccola quota della Aston Martin. L’attuale Racing Point nell’estate del 2019 ha siglato con Sergio Perez un rinnovo triennale fino al 2022 e nell’ottica di un approdo di Sebastian Vettel in Aston Martin nel 2021 appariva alquanto improbabile il fatto che Lance Stroll venisse relegato in panchina. A fugare questo dubbio ci ha pensato il team manager Otmar Szafnauer, intervistato dalla testata canadese Ici-Canada: “Vettel è un grande pilota, merita di stare in F1 e lo considero un amico. Lo conosco da tantissimo tempo e l’ho visto compiere imprese grandiose come la vittoria a Monza nel 2008 con la Toro Rosso. Però non stiamo guardando al di fuori del nostro giardino alla ricerca di piloti titolati. Vogliamo dare ai nostri piloti la possibilità di impreziosire il loro palmarès. Tutti sanno che Perez ha firmato con noi fino al 2022, ma anche Lance Stroll ha un contratto valido per il 2021”.

Wolff su Vettel: “Ci sono ancora dei sedili interessanti”

Niente Aston Martin per Vettel dunque, almeno non nel 2021. Otmar Szafnauer non vede l’ora di tornare in pista e di raccogliere anche nel 2021 i frutti che si sono intravisti nei test di Barcellona: “Siamo andati forte e quando sei veloce al Montmelò sei veloce ovunque. La vettura nel 2021 cambierà poco, quindi siamo sicuri di avere davanti un futuro roseo. Lance Stroll in passato ha dimostrato di poter disputare delle ottime gare se qualificato all’interno della top-10. E credo che nel 2020 e nel 2021 Stroll potrà partire lontano dai guai a cui si va incontro scattando a centro o a fondo gruppo”.

Go to Source