Vettel: “Siamo realisti ma non partiamo sconfitti”

Formula 1 Sport

La vigilia della prima gara di questo Mondiale 2020 non può essere uguale a quella degli scorsi anni per Sebastian Vettel, e non solo per tutti gli strascichi che la pandemia si è portata dietro. Per il quattro volte campione del mondo infatti sta per iniziare l’ultimo campionato al volante della Ferrari. Per il tedesco la voglia di tornare a correre è molto alta: “Non è un mistero che siamo tutti estremamente desiderosi di tornare in pista – ha confermato – perché ormai è davvero tanto che siamo fermi. All’inizio abbiamo fatto tesoro della pausa, dal momento che di solito siamo sempre in giro per il mondo e abbiamo poco tempo per le nostre famiglie e per gli amici, ma è giunta l’ora di tornare a gareggiare”.

Binotto: “In Austria stessa configurazione di fine test”

In Austria Vettel non ha mai vinto, conquistando come miglior risultato un secondo posto nel 2017. Il tracciato di proprietà della sua ex squadra, la Red Bull, piace però molto al 32enne di Heppenheim: “La pista austriaca è come una giostra che gira velocissima, ma a me piace molto, anche perché si gareggia in altura e io amo la montagna – ha spiegato –sono pronto a dare il massimo, anche se non sarà lo stesso senza i tifosi a sostenerci”. La curiosità maggiore sarà naturalmente quella di vederlo a confronto con il suo compagno di squadra, Charles Leclerc.

Brundle: “Vettel volerà in questo 2020”

A Maranello tuttavia la preoccupazione principale è quella di essere competitivi rispetto agli altri due top team, Mercedes e Red Bull, che nei test di febbraio erano parsi più veloci. Vettel da questo punto di vista non si fa illusioni, ma non annuncia nemmeno una resa anticipata: “Dobbiamo essere realisti pensando a quelli che sono i valori in campo espressi dai test – ha ammesso – ma non per questo partiamo sconfitti. Sarà particolare anche il fatto di disputare due gare di fila qui: questo significa che la settimana seguente avremo moltissimi dati in più sui quali fare affidamento. Il primo weekend sarà chiave in funzione del secondo” ha concluso.



Go to Source

Commenti l'articolo