Volkswagen ID.4, svelato il nuovo SUV elettrico

Formula 1 Sport

L’attesa è finita. Volkswagen ha presentato in anteprima mondiale, in un evento digitale, la nuova ID.4, il primo SUV completamente elettrico della casa automobilistica di Wolfsburg.  Con l’unveiling della ID.4, il colosso tedesco compie il primo passo verso la diffusione su larga scala di un modello che, assicura Ralf Brandstätter, CEO di Volkswagen, “stupirà i clienti di tutto il mondo grazie ai vantaggi della trazione elettrica, ai numerosi sistemi di assistenza alla guida e a un abitacolo molto spazioso”. Nella ID.4 i vertici di Volkswagen hanno individuato il modello ideale per dimostrare su scala globale le qualità della piattaforma MEB, sulla quale la casa tedesca ha intenzione di dar vita a una nuova generazione di modelli a batteria per tutti i marchi del gruppo.

[embedded content]
Se sotto la pelle la ID.4 nasconde una tecnologia all’avanguardia e, sotto molti aspetti, ancora inesplorata da alcuni competitor del brand tedesco, fuori è un’auto moderna e dinamica che potrebbe essere tranquillamente scambiata per un SUV con motore endotermico. Una scelta non certo casuale, ma fatta con la chiara intenzione di introdurre la rivoluzione elettrica con un linguaggio semplice e universalmente apprezzato, quello dei veicoli a ruote alte che oggi vanno tanto di moda in America, in Cina e in Europa. Anche la dinamica di guida, spiega Volkswagen, è stata studiata per regalare emozioni a chi siede al volante o si accomoda a bordo sui sedili dei passeggeri per un lungo viaggio.

Volkswagen ID.4, carattere luminoso

Grazie a un pacco batterie da 77 kWh la ID.4 promette un’autonomia di 520 chilometri nel ciclo WLTP, un valore che la rende utilizzabile anche per spostamenti a medio-lungo raggio fuori dai contesti urbani. Le batterie sono posizionate sotto l’abitacolo, una scelta che ha permesso di abbassare il centro di gravità del veicolo a tutto vantaggio della tenuta di strada. La potenza del motore elettrico, 204 CV scaricati a terra dalle ruote posteriori, basta e avanza per muoversi in agilità e divertirsi: si passa da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi e si raggiunge una velocità massima di 160 km/h. Le batterie si possono ricaricare in circa 30 minuti  a corrente continua con potenze di ricarica fino a 125 kW, ottenendo un’autonomia di 320 chilometri nel ciclo WLTP, oppure a corrente alternata (AC) utilizzando il cavo di ricarica Mode 3.



Go to Source

Commenti l'articolo