Wayne Griffiths nominato nuovo presidente di Seat

Formula 1 Sport

Continua la scossa manageriale che sta avvenendo in casa Seat. La casa automobilistica spagnola ha infatti annunciato che il nuovo presidente sarà Wayne Griffiths, l’attuale CEO di Cupra. L’incarico effettivo avrà inizio il 1 ottobre prossimo, quando Griffiths andrà a sostituire l’attuale presidente ad interim Carsten Isensee che aveva preso il posto del presidente uscente Luca De Meo diretto a Renault. Isensee tornerà quindi a ricoprire il suo ruolo originale di vice-presidente esecutivo per le finanze del marchio spagnolo.

Cupra Formentor, prevendita al via: prezzo e caratteristiche

La promozione di Griffiths a capo del gruppo Seat non andrà almeno per il momento a rimuoverlo dall’incarico di CEO del marchio Cupra e nemmeno da quello di vicepresidente esecutivo per le vendite e per il marketing di Seat. Il nuovo presidente di Seat è un fermo sostenitore dell’elettrificazione della mobilità, aspetto che anche nella gamma Seat avrà una grande importanza. “Investiremo 5 miliardi di euro in Seat e in Cupra in elettrificazione e nuove tecnologie – ha affermato Griffiths – Abbiamo appena investito 1 miliardo di euro nella nuova Seat Leon. Spenderemo soldi per entrambi i marchi perché uno non è lì per sostituire l’altro. Hanno scopi completamente diversi, posizionamento diverso, diversi tipi di auto e design differenti. Si completano a vicenda in modo eccellente”. La strategia quindi è chiara: ogni marchio avanti per la sua strada, con i suoi scopi e le sue iniziative differenti.

Seat, avanti con lo smart working

“Wayne Griffiths è uno dei manager più qualificati del gruppo – ha evidenziato il capo del gruppo Volkswagen Herbert Diess – Negli ultimi quattro anni ha portato le vendite di Seat a livelli record e sta guidando alla grande lo sviluppo del nuovo marchio Cupra. Ha il mio pieno sostegno e sono convinto che come presidente di Seat otterrà grandi successi“. Come detto l’elettrificazione ricoprirà un ruolo chiave in questo senso: Seat e Cupra hanno intenzione infatti di lanciare sul mercato cinque nuovi modelli elettrici e ibridi plug-in entro il 2021, come parte di una strategia del Gruppo Volkswagen che mira a produrre 26 milioni di veicoli elettrici entro il 2029.



Go to Source

Commenti l'articolo