Wolff: “Vettel condivide i miei stessi valori”

Formula 1 Sport

“Apprezzo Vettel sia come persona che come pilota. A livello personale è molto schietto e diretto, condivide i miei stessi valori. Come pilota è un quattro volte campione del mondo, quindi credo che non ci sia altro da aggiungere”. Con queste parole Toto Wolff ha una volta di più sottolineato la grande stima che nutre nei confronti di quello che è stato e che sarà ancora per questo 2020 un avversario. L’ipotetico approdo di Sebastian Vettel in Mercedes sta facendo sognare tutti i tifosi del tedesco e gli appassionati che vorrebbero vedere sfidarsi ad armi pari il quattro volte iridato e Lewis Hamilton.

Ecclestone: “Vettel alla Mercedes sarebbe super efficace”

La strada che porta Vettel a formare con la Mercedes un binomio tutto tedesco è senza dubbio affascinante, ma – come sottolinea Wolff intervistato dall’emittente tedesca RTL – il team di Brackley deve prima dare la precedenza a chi ha già contribuito a rendere leggenda il marchio della Stella a tre punte, a segno ininterrottamente in F1 dal 2014 ad oggi. “Da un punto di vista tedesco l’arrivo di Vettel in Mercedes sarebbe senza dubbio visto in maniera positiva, ma dobbiamo rimanere fedeli a quelli che è il nostro sentiero. La lealtà è importantissima”, la riflessione di Wolff.

Wolff: “Dati e personalità, così scegliamo i piloti”

Priorità dunque a Lewis Hamilton e a Valtteri Bottas quindi e in seconda battuta a George Russell, pupillo del programma giovani al momento relegato alla guida della Williams. Toto Wolff non intenzione di iniziare a parlare di mercato prima dell’inizio della stagione, che al momento nella migliore delle ipotesi è fissato per il 5 luglio quando si dovrebbe correre la prima di due gare in programma al Red Bull Ring. “Soltanto quando sarà iniziata la stagione potremo iniziare eventualmente a guardarci attorno, sicuramente metteremo tutto sul tavolo, dalle dinamiche che potrebbero nascere tra i piloti fino al marketing”, l’analisi di Wolff.

Todt: “Vettel potrebbe essere un buon presidente FIA”

Se la spinta nazionalista del gruppo Daimler dovesse avere la meglio con Sebastian Vettel catapultato improvvisamente in Mercedes nel 2021, George Russell dovrà ancora attendere la sua occasione, così come in passato è toccato a Pascal Wehrlein e a Esteban Ocon. Il tedesco non fa più parte del programma giovani della casa di Stoccarda, il francese invece ha trovato rifugio in Renault fino al 2021. A chi critica la gestione del programma giovani, Toto Wolff ha risposto così: “Credo che i risultati che abbiamo ottenuto negli ultimi sei anni rispondano a qualsiasi osservazione”.

Go to Source