WSBK | Melandri: “Io e Rossi abbiamo la fame di vincere”

Formula 1 Sport

Dopo tante parole spese per i complimenti a Valentino Rossi e al suo podio in MotoGp da ultraquarantenne, sarebbe bello poterlo fare anche per Marco Melandri che tornerà nel Mondiale Superbike. Il Team Barni lo attende a Jerez con la Ducati Panigale V4 R, per ripartire in tutti i sensi dopo la sfortunata parentesi con Leon Camier.

Melandri è pronto per questo ritorno, una novità pazzesca per uno che aveva scelto di fare il commentatore televisivo: «L’avventura in tv mi è piaciuta. Poi è arrivata anche l’occasione di tornare in pista. Ero titubante, ma quando ho visto che potevo fare entrambe le cose, visto che non ci sono grosse sovrapposizioni e che il Mondiale SBK è piuttosto breve e si corre su sei piste che mi piacciono, ho pensato di provarci. Di sicuro, la proposta del Barni è stata bella, interessante e fortunata. Il team è piccolo e lavorerà solo per me, mi mette a disposizione una moto che mi piace molto, una Ducati forte con cui potrò togliermi delle soddisfazioni», ha riferito al Resto del Carlino.

WSBK | Jerez 2020: orari, circuito, televisione

Non ci sono particolari obiettivi se non quello di dimostrare che l’età non conta: «Non inizio la stagione con pressioni. Non mi sono posto obiettivi da raggiungere. Voglio correre, divertirmi e fare risultato perché, lo ripeto il Team Barni mi ha dato una gran moto. Poi, dove riuscirò ad arrivare si vedrà. Mi sento bene, mi sento pronto e per me sarà come la prima volta. Ho le stesse motivazioni e mi piace l’idea di ributtarmi nella bagarre. Venerdì, a Jerez, sarò emozionato come un ragazzino».
La voglia di Melandri appare infinita: «Una spiegazione ce l’ho: la nostra generazione, quella mia e di Valentino Rossi è cresciuta con la fame. Fame di vincere, di non accontentarsi mai, di provarci sempre. Lo facevamo da ragazzini e lo facciamo adesso che ragazzini non siamo più. Noi abbiamo fatto tanta, ma tanta, gavetta. Ci piace soffrire e quando risali in moto sai che soffrendo puoi arrivare a risultati straordinari. Anche se lì in staccata c’è uno che di anni ne ha molti meno di te».



Go to Source

Commenti l'articolo