Torvaianica, agguato da boss Indagano i pm dell’Antimafia: deciso un vertice d’urgenza sindaci- prefetto

Tutto porta alla criminalità organizzata. Anzitutto le modalità dell’agguato, avvenuto domenica in pieno giorno su una spiaggia affollata. Quella che ha ridotto su una sedia a rotelle Selavdi Shehaj, che è ancora intubato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Camillo (“resterà tetraplegico”, dicono i medici che sono riusciti a salvargli la vita), ha tutta l’aria di un’esecuzione mal riuscita. Il sicario ha esploso due colpi calibro 7.65 alla schiena, il secondo ha centrato la coleggi di più…

Commissione antimafia, la lista dei candidati impresentabili. Problemi in Campania e Puglia

La Commissione parlamentare antimafia ha reso noti i risultati del lavoro svolto sulla formazione delle liste elettorali. Il presidente, Nicola Morra, ha ufficializzato i nomi dei candidati che non hanno superato il vaglio dell’organismo parlamentare.In Puglia sono tre i candidati ‘impresentabili’, che risultano nelle liste elettorali per le regionali di domenica e lunedì prossimo.Si tratta di Silvana Albani (“Puglia Solidale Verde” per Michele Emiliano Presidente), imputata dei reati di falsa leggi di più…

Corruzione, l’Antimafia sequestra 4 aziende a Latina. Undici arresti, c’è anche carabiniere del caso Consip

Imprenditori senza scrupoli, faccendieri, criminali comuni e anche pubblici ufficiali. Tutti uniti nel segno di affari sporchi tra la capitale e il capoluogo pontino, partendo dalla commercializzazione del vetro per poi collezionare reati fiscali, tributari, fallimentari, estorsioni aggravate dal metodo mafioso, intestazioni fittizia di beni, falso, corruzione, riciclaggio, accessi abusivo a sistemi informatici, rivelazioni di segreto d’ufficio, favoreggiamento reale, turbativa d’asta, e pure seleggi di più…

A ‘Un mare di libri’ il giudice Guarnotta ricorda il pool antimafia di Falcone e Borsellino

Condividi: 29 luglio 2020 Palermo, 29 lug. (Adnkronos) – Ultimo appuntamento, domani, con ‘Un Mare Di Libri’, la kermesse letteraria di Terrasini (Palermo), giunta alla quinta edizione. Alle ore 19, presso palazzo d’Aumale, lungomare Peppino Impastato, la prima presentazione nazionale del libro ‘C’era una volta il pool antimafia – I miei anni nel bunker’ (Casa editrice Zolfo) dell’ex magistrato Leonardo Guarnotta, “il racconto di quegli straordinari uomini che hanno fatto la storia della leggi di più…

Diecimila i ribelli delle carceri E i pm antimafia indagano sui boss

ROMA — «È tutto fuori controllo. I detenuti mi hanno detto di spargere la voce: da questo momento comandano loro». È il 9 marzo, il paese che sta fuori sta per essere rinchiuso nel primo lockdown della storia d’Italia. Quello dentro, invece, ribolle. In un carcere del Mezzogiorno un agente della penitenziaria chiama al telefono i suoi superiori, spiegando loro, in sostanza, che il nostro Paese è diventato il Sud America. Gli istituti sono in fiamme. I reclusi muoiono. Gli agenti vengonoleggi di più…

Antimafia e Dap, carteggi di fuoco: cosa non torna sulla scarcerazione dei boss mafiosi al 41 bis

Sullo stesso argomento: 07 maggio 2020 L’elenco infinito. Così l’Adnkronos ha definito l’elenco dettagliato dei 376 detenuti scarcerati nelle ultime settimane a causa del coronavirus. Il primo a fare nomi e cognomi era stato Massimo Giletti, che durante la diretta di Non è l’Arena aveva poi dato spazio anche alla denuncia del magistrato Nino Di Matteo contro il ministro Alfonso Bonafede. Dall’elenco visionato dall’Adnkronos risultano anche tre boss mafiosi che, nonostante ileggi di più…

Giustizia: Dino Petralia, la toga antimafia dal Csm al vertice del Dap /Scheda

Condividi: 02 maggio 2020 Palermo, 2 mag. (Adnkronos) – Da toga antimafia al Csm fino ai vertici della magistratura, prima da Procuratore aggiunto di Palermo e poi da Procuratore generale di Reggio Calabria. Fino ad arrivare, oggi, a sorpresa, alla Direzione dell’amministrazione penitenziaria. Bernardo Petralia, 67 anni, per tutti ‘Dino’, è siciliano di madre ligure. Grande appassionato di musica jazz e di cinema, Petralia inizia la sua carriera in magistratura a Trapani, dove risiede con leggi di più…

È Dino Petralia, da sempre toga antimafia, il nuovo capo delle carceri scelto da Bonafede

En plein antimafia al vertice delle carceri. Come segnale netto contro chi addebita al governo la responsabilità di aver messo ai domiciliari dei boss. A sorpresa il Guardasigilli Alfonso Bonafede sceglie come nuovo capo Dino Petralia, una vita spesa nella lotta alle cosche e, nello stesso tempo, nell’approfondimento giuridico per garantire una giustizia giusta. La vita di Petralia va tutta in una direzione, dalla parte dello Stato contro chi ne viola le leggi. Contro la mafia, senza indulgenzeleggi di più…

Giustizia, Bonafede sceglie l’ex pm antimafia Tartaglia per la vice direzione delle carceri

ROMA – Mossa a sorpresa sul carcere e sulla direzione delle prigioni italiane del Guardasigilli, Alfonso Bonafede. Dopo le rivolte di febbraio e dopo le recentissime scarcerazioni dei boss di mafia, camorra e ‘Ndrangheta autorizzate dai magistrati di sorveglianza, ecco la nomina di un vice direttore del Dap, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. È Roberto Tartaglia, notissima toga antimafia, un napoletano che per dieci anni ha svolto la sua carriera di pubblico ministero a Palleggi di più…

Coronavirus, Lamorgese: “Prima il certificato antimafia e poi i soldi pubblici”

I controlli saranno preventivi. Prima dell’erogazione degli aiuti di Stato bisognerà avere la certezza che i soldi non stiano finendo in mano alla criminalità organizzata. Sarà necessario esibire una completa certificazione antimafia per poter accedere ai fondi pubblici a disposizione delle aziende e delle imprese in difficoltà per la ripresa delle attività. Ad occuparsene sarà la Sace, la società del gruppo Cdp già operativa con la piattaforma “Garanzia Italia” a sostegno delle imprese leggi di più…