Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

argentino

Sharon Stone, classe 1958, paparazzata a Beverly Hills in compagnia del toy boy Martin Mica, il modello argentino di 27 anni più giovane di lei. Occhialoni scuri, giubbottino di pelle, pantaloncini corti e stivaloni neri, Sharon si mostra più casual che mai ma c’è un particolare che non sfugge ai paparazzi: i guantini neri. Tocco glamour per essere alla moda o un trucchetto, già usato da Madonna, per nascondere i segni del tempo? 


pubblicato da Libero Quotidiano

Sharon Stone e il toy boy: sempre più innamorati

Notizie del italia, economia, notizie italia

Non solo per divertirsi ma anche per guarire. Il tango argentino, dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, è ora anche “patrimonio per la salute”. Studi scientifici condotti negli anni in tutto il mondo dimostrano che ha funzioni terapeutiche per malattie che coinvolgono il fisico e la psiche. Ecco perché il reparto di riabilitazione specialistica dell’Ospedale San Giuseppe di Milano ha scelto di introdurre la tangoterapia nei protocolli clinici per i percorsi di riabilitazione di diverse malattie: Parkinson, sclerosi multipla, esiti di ictus, disturbi dell’equilibrio neurogeni e patologie croniche respiratorie. Dopo una prima fase sperimentale, tra giugno e luglio scorso, a ottobre è partito il progetto vero e proprio.

In esposizione a Milano, la bolla dell’artista e architetto argentino Tomás Saraceno. On Space Time Foam è un’installazione aerea su più piani all’interno della quale i visitatori possono muoversi e camminare.


pubblicato da Libero Quotidiano

La bolla sospesa in esposizione a Milano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Juan Esteban Caselli, senatore, e’ coinvolto in inchieste sul traffico di armi. Uomo di Menem e amico dei militari, il faccendiere di livello planetario ha gia’ iniziato la campagna elettorale. Le dicerie lo definiscono “massone, fascista”.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Il faccendiere argentino PDL che fa paura anche a Lavitola e Berlusconi

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Follia alla finale del Queen’s, il torneo tennistico anticamera di Wimbledon. Sul campo la sfida tra Marin Cilic e David Nalbandian, con il secondo che aveva in mano il match: l’argentino era in vantaggio 7-6, 3-4. Ma poi ha completamente perso la testa e si è reso protagonista di un qualcosa che su un campo da tennis non si era mai visto: ha colpito con un calcio il box di un giudice di linea, ferendolo lievemente. Subito è scattata la squalifica e l’argentino ha perso la finale del torneo: il titolo è andato allo stupefatto Cilic. “So di aver fatto un errore – ha ammesso Nalbandian al termine della partita – ma non penso che sarebbe dovuta finire in quel modo, soprattutto in una finale. Ci sono un sacco di regole e spesso non fanno nulla. Ci sentiamo molto frustrati perché l’Atp ci fa giocare così tanti tornei”.

Nalbandian impazzisce e picchia il giudice di linea

Guarda il video su LiberoTV

Mercoledì 14 giugno si è celebrato l’anniversario della fine della Guerra delle Falkland, o Malvinas, dipende da quale punto della trincea si parla. Ho detto trincea, perché nonostante siano passati trent’anni esatti dalla fine di quel conflitto durato 74 giorni, il rapporto tra i due stati, il Regno Unito e l’Argentina, è ancora teso e si infiamma ogni volta che la questione viene a galla.

Saranno i cittadini stessi a scegliere di quale Paese fare parte. Il governo locale delle isole Falkland, Malvinas per gli argentini, ha indetto un referendum per mettere fine, “una volte per tutte”, alla disputa territoriale che oppone Londra a Buenos Aires. La consultazione sullo status politico delle isole si terrà nelle prima metà del 2013 e sarà seguita da osservatori internazionali per garantirne la regolarità. L’annuncio è stato dato da Gavin Short, presidente del parlamento locale, schierato su posizioni filobritanniche, alla vigilia del trentesimo anniversario, il 14 giugno, della fine del conflitto tra i due Paesi durato settantaquattro giorni e scatenato dallo sbarco sulle isole contese delle truppe argentine inviate dall’allora presidente Leopoldo Galtieri.

Archivi