Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

attrice

La donna del giorno è Jenna Von Oy, attrice e cantante country statunitense, nata il 2 maggio del 1977. Jenna, negli States, è celebre in particolare per il suo ruolo di Six LeMeure in Blossom, una sitcom della Nbc.


pubblicato da Libero Quotidiano

Jenna Von Oy, la donna del giorno che canta e recita

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Dopo la rottura con Johnny Depp, già fidanzato con l’attrice Amber Heard, Vanessa Paradis si è concentrata sulla difesa dal gossip dei figlia Lily Rose e Jack. Una missione quella della Paradis che, pochi giorni fa, per sottrarsi ai flash dei paparazzi è caduta a terra. 


pubblicato da Libero Quotidiano

Il crollo di Vanessa Paradis, l'ex di Johnny Depp

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Kasia Smutniak super sexy sulla copertina del magazine L’Officiel. L’attrice di origine polacca, in passato compagna di Pietro Taricone, è apparsa molto femminile anche se dietro a quelle pose sensuali si nasconde un vero maschiaccio: ”Ho più difficoltà a comunicare con le donne”. L’attrice ha poi aggiunto: “Gli uomini sono talmente più semplici: vanno dritti al punto! Le donne, al contrario, non pensano ad arrivare al punto ma ai mezzi per fartelo capire”.

 

 

 

 

 

 


pubblicato da Libero Quotidiano

Kasia Smutniak: un "maschiaccio" hot in autoreggenti

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

La modella e attrice brasiliana Suelyn Medeiros è stata immortalata in spiaggia alle Bahamas con il fidanzato. Suelyn mostra le sue curve mozzafiato mentre si tuffa in acqua e si spalma la crema. (foto Splash) 


pubblicato da Libero Quotidiano

Suelyn da urlo, curve mozzafiato alle Bahamas

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Non sono bastate le lacrime di Simona Ventura e l’intervista a Don Mazzi a fermare l’uscita del secondo film porno di Sara Tommasi. Mentre l’attrice cerca di redimersi dicendolo anche in televisione, dove è apparsa sia fisicamente che psicologicamente provata, in rete impazzano il trailer e le foto dell’ultima pellicola hard della Tommasi che uscirà il 29 novembre. 


pubblicato da Libero Quotidiano

Sara Tommasi ecco le foto del secondo porno

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Che noia per Luciana Littizzetto: le lavoratrici della Coop le scrivono per parlare dei propri problemi lavorativi. L’attrice torinese, così radical chic da appaltare da anni l’angolo satirico del salotto più buono della tv italiana (Che tempo che fa di Fabio Fazio), talmente da sinistra che, dovendo corroborare la dichiarazione dei redditi aprendo al mondo della pubblicità, ha associato il proprio volto proprio alle Coop, ora deve dare ascolto a delle impiegate. Troppo nazionalpopolare per una abituata a menar fendenti solo attraverso il catodo.

Lavoro da compagne – “Cara Luciana, lo sai cosa si nasconde dietro il sorriso di una cassiera che ti chiede di quante buste hai bisogno? Una busta paga che non arriva a 700 euro mensili dopo aver lavorato sei giorni su sette comprese tutte le domeniche del mese”. E’ così che si apre la lettera aperta inviata dalle lavoratrici della Coop, nella quale le donne della rete di distribuzione rossa (“Siamo l’80 per cento  - scrivono – ma i dirigenti sono tutti uomini”) contestano all’attrice di descrivere il luogo dove lavorano come “accattivante e simpatico, attrattivo e sereno”, senza tener conto “della sofferenza quotidiana” nella quale lavorano. Ma le donne non si fermano alla questione “estetica”: entrano nel merito descrivendo le condizioni in cui si opera nella catena di ipermercati che dovrebbe rappresentare il trionfo della cooperazione italiana. Allora si va “dalla ricattabilità quotidiana del lavoro precario”, dove “si può essere mandate a casa anche dopo 10 anni” e “per paura di perdere il posto si accettano tutte le decisioni”. Si arriva alle ricadute sulla vita personale, con turni cambiati “anche all’ultimo momento con una semplice telefonata che devi inghiottire”, con “la famiglia che va a rotoli e i figli che non riesci più a gestire”, e una condizione di marginalità nella quale “ci è capitato di essere costrette a subire in silenzio finanche le molestie da parte dei capi dell’altro sesso per salvare il posto o non veder peggiorare la nostra situazione”. Il tutto nel silenzio fissato da una clausola contrattuale, perchè “ci impediscono di parlarne con il ricatto che se colpiamo l’immagine della Coop rompiamo il rapporto di fiducia che ci lega e possiamo essere licenziate”.

Attrice e militante – Ma che cosa si aspettano le lavoratrici Coop dalla Littizzetto: che partecipi a un picchettagio? No, ma che si presti a girare con loro uno spot “in difesa delle donne e per la dignità del lavoro”. “Cara Luciana ci auguriamo che queste parole ti raggiungano e ti facciano pensare” è il commiato della lettera. E ora l’attrice/compagna che fa, la dà una mano alle lavoratrici di sinistra?

Una sfida a distanza, triangolare, tutta in rosa e combattuta tra web e televisione. Barbara D’Urso e Rosita Celentano contro Selvaggia Lucarelli, cioè la conduttrice e l’attrice contro la blogger. Il primo round della battaglia è andato in onda su Domenica Live, dove la figlia del mattatore Adriano era ospite della show girl napoletana. Le due arrivano a parlare di Amala Pazza Inter, inno dell’Inter dal 2003, canzone i cui diritto sono detenuti dalla Celentano. Dopo una richiesta economica da parte dell’attrice, il club nerazzurro ha deciso di rinunciare al brano, scelta che ha diviso la tifoseria e suscitato qualche polemica. “Semplicemente io ho fatto un disco come editore – rivendica Rosita -, ci sono dentro tre autori che l’hanno scritto, i diritti delle canzoni vanno pagati. Io ho semplicemente chiesto che dal 2003 a oggi i diritti venissero regolati”. La Celentano ha poi attaccato la Lucarelli: “Ci sono persone come lei che campano sparlando degli altri. Non è bello fomentare la gente all’odio – continua -, che è quello che si sta facendo”. Di fronte a quest’invettiva, la D’Urso, che pure nel recente passato ha avuto modo di polemizzare con la Lucarelli, ha provato a glissare: “Non so di chi tu stia parlando, non mi coinvolgere in polemiche, non voglio sapere niente”.

La risposta della blogger – Non invitata nel salotto di Domenica Live, è sui social che la Lucarelli ha deciso di far sentire la propria voce. “Chiedere i diritti vuol dire chiedere soldi – ribatte alla Celentano -, c’ha poco da fare comunicati stampa che confermano tutto, tra l’altro. Onestamente, avessi i diritti di una canzone (manco ‘sto capolavoro, aggiungo) che diventa l’inno della squadra del cuore della mia famiglia – continua – e avessi i soldi che bastano a sfamare dieci generazioni, manco mi passerebbe per la testa di chiedere i diritti”. Per la Lucarelli il passaggio più indigesto, però, è quello in cui viene accusata di essere una “sparlatrice per mestiere”: “Io campo scrivendo su un quotidiano, facendo tv e radio, mentre cresco un figlio. Sarebbe emozionante – è la stilettata – che la Celentano ci snocciolasse il suo curriculum in 47 anni di vita e ci narrasse la sua vita fatta di duro lavoro. Vorrei vedere se di cognome facesse Scognamiglio, quanto tempo avrebbe per portare a spasso i cani in carrozzina per le vie di Brera”.

Ce n’è per tutti – Selvaggia Lucarelli non le manda a dire neanche alla D’Urso, colpevole, a suo dire, di aver trattato la questione volutamente con sufficienza. “Per personalità, stile, interessi, approccio alla vita, al lavoro e alle persone – scrive -, non abbiamo nulla in comune. Però io dico le cose come stanno. Senza faccine e senza tante balle. E non fingo di dissociarmi da nessuno, che non c’ho tempo per i teatrini”.

Bella presenza, doti innate e, soprattutto, capacità di “interpretare” davanti a equipe e telcamere: sono queste le principali qualità richieste per i partecipanti a Xxx Fucktory, il primo talent show per entrare nel mondo del porno. Organizzato da Michelle Ferrari, attrice hard spezzina, in collaborazione con la performer Giada da Vinci e col regista Steve Morelli, il reality si propone di trovare dalla comunità online dei fan della Ferrari i protagonisti del suo prossimo film.

guarda su Libero Tv il servizio sul talent show del porno

Le selezioni procedono – Gli aspiranti stalloni possono presentare le proprie candidature sul sito di Michelle Ferrari, nota per essere la sosia a luci rosse di Michelle Hunziker. Chi supera il primo livello di selezione, sarà messo alla prova con un’esibizione davanti alle telecamere. “Sono alla terza tappa del mio tour per l’Italia – racconta l’attrice – ed avrò conosciuto una decina di aspiranti attori hard. Solo uno se l’è cavata bene dall’inizio alla fine: gli altri, chi più, chi meno, hanno tutti sofferto di ansia da prestazione. Non è facile per chi non è abituato sopportare la pressione dei riflettori e delle camere”.

Il profilo del concorrente – “Per partecipare a Xxx Fucktory bisogna metterci la faccia” ribadisce l’attrice. I partecipanti alle selezioni possono scegliere di comparire nei titoli con uno pseudonimo, ma non possono nascondere il viso dietro maschere o passamontagna. “Così ci perdo una buona fetta di possibili concorrenti – commenta la Ferrari – me preferisco che chi intenda partecipare sia convinto di quello che fa al punto da non nascondersi”.

Il film – Titolo provvisorio della pellicola (le cui riprese sono in programma per il 2013) è Ho trovato il punto G nel cuore, lo stesso del romanzo erotico (scritto dalla madre della Ferrari) cui si ispira. “Il nostro è un progetto di autoproduzione – racconta l’attrice – i video dei casting saranno pubblicati online sul mio sito e resi accessibili a pagamento. Con i proventi della vendita, affronteremo i costi di realizzazione del film”. 

Bella presenza, doti innate e, soprattutto, capacità di “interpretare” davanti a equipe e telecamere: sono queste le principali qualità richieste per i partecipanti a Xxx Fucktory, il primo talent show per entrare nel mondo del porno. Organizzato da Michelle Ferrari, attrice hard spezzina, in collaborazione con la performer Giada da Vinci e al regista Steve Morelli, il reality si propone di trovare dalla comunità online dei fan della Ferrari i protagonisti del suo prossimo film.
Le selezioni procedono – Gli aspiranti stalloni possono presentare le proprie candidature sul sito di Michelle Ferrari, nota per essere la sosia a luci rosse di Michelle Hunziker. Chi supera il primo livello di selezione, sarà messo alla prova con un’esibizione davanti alle telecamere. “Sono alla terza tappa del mio tour per l’Italia – racconta l’attrice – ed avrò conosciuto una decina di aspiranti attori hard. Solo uno se l’è cavata bene dall’inizio alla fine: gli altri, chi più, chi meno, hanno tutti sofferto di ansia da prestazione. Non è facile per chi non è abituato sopportare la pressione dei riflettori e delle camere”.
Il profilo del concorrente – “Per partecipare a Xxx Fucktory bisogna metterci la faccia” ribadisce l’attrice. I partecipanti alle selezioni possono scegliere di comparire nei titoli con uno pseudonimo, ma non possono nascondere il viso dietro maschere o passamontagna. “Così ci perdo una buona fetta di possibili concorrenti – commenta la Ferrari – me preferisco che chi intenda partecipare sia convinto di quello che fa al punto da non nascondersi”.
Il film – Titolo provvisorio della pellicola (le cui riprese sono in programma per il 2013) è Ho trovato il punto G nel cuore, lo stesso del romanzo erotico (scritto dalla madre della Ferrari) cui si ispira. “Il nostro è un progetto di autoproduzione – racconta l’attrice – i video dei casting saranno pubblicati online sul mio sito e resi accessibili a pagamento. Con i proventi della vendita, affronteremo i costi di realizzazione del film”. 

La donna del giorno è l’attrice hard Gina Wild.


pubblicato da Libero Quotidiano

Gina Wild, una bollentissima donna del giorno

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi