Binotto: “Siamo giovani, serve pazienza”

Oltre 20 minuti di intervista, un salto nel passato e uno sguardo al futuro. Mattia Binotto è consapevole che i risultati del 2020 siano tra i peggiori della storia recente della Ferrari, ma il team principal chiede ancora pazienza ai tifosi. C’è un 2021 ormai alle porte dove si può fare qualcosa ma non certo tutto quello che serve alla Rossa per tornare competitiva. E poi il 2022, il vero obiettivo fissato da Maranello: l’anno in cui Binotto si prefigge come quello del riscatto. Binottleggi di più…

Binotto: “Io privilegiato nel vedere Todt, Brawn e Schumacher”

In questo 2020 la Ferrari sta vivendo una delle annate più difficili della propria storia, la peggiore – numeri alla mano – dal 1980. L’uomo che sta cercando di trascinare la rossa fuori dalle secche di questa crisi è Mattia Binotto, che si è dato come orizzonte per tornare al successo il 2022, stagione dell’attesa rivoluzione regolamentare. L’obiettivo dell’attuale team principal di Maranello è quello di riuscire ad aprire un ciclo di vittorie, sulla scia di quanto accadde allleggi di più…

Binotto: “Il 2022 è la nostra opportunità”

Si dice che quando si tocca il fondo non si possa che risalire. Questo è quello che ci si augura in casa Ferrari, giunti al giro di boa di una stagione nella quale l’obiettivo minimo era quello di agguantare la terza posizione nel campionato costruttori e che invece vede la rossa veleggiare al sesto posto in classifica, più vicina alla settima piazza che alla quinta. La pressione dei tifosi e dell’opinione pubblica sul team italiano e sul suo principale responsabile, Mattia Binotto, è altleggi di più…

Binotto: “La lezione di Marchionne è uno stimolo”

[Rassegna stampa] – Mattia Binotto ha ricordato le parole dette da Sergio Marchionne nel 2016, quando la Mercedes era già dominante in Formula 1 e quando la Ferrari si rimboccò le maniche per costruire un biennio con auto abbastanza competitive da vincere diverse gare, il 2017 e il 2018. “Mattia Binotto, team principal della scuderia Ferrari, intervistato da Luca Ubaldeschi, direttore del Secolo XIX e responsabile del tour Alfabeto del Futuro, racconta come la prima sfida sia «vincere noleggi di più…

Binotto: “Dobbiamo essere realistici”

Nono e decimo posto al traguardo, con la promozione di Charles Leclerc in ottava posizione in seguito ai cinque secondi di penalità inflitti a Kimi Raikkonen. La Ferrari dopo due fine settimana a secco di punti è tornata a conquistarne cinque nel GP numero 1000 della sua storia, ma non bastano ad accorciare in classifica costruttori sulle rivali, anzi, Daniil Kvyat – settimo al traguardo – ha portato l’Alpha Tauri a tredici lunghezze di distanza dalla Ferrari, sesta in graduatoria. Il trleggi di più…

Binotto: “Non scontato uscire dalle difficoltà di questo progetto”

“È chiaro che oggi non avevamo passo gara, indipendentemente dalla qualifica di ieri in cui Charles ha fatto un bel giro. Dopo pochi giri perdiamo ritmo, ci manca il passo. Il risultato non è altro che la conseguenza di questo”. Mattia Binotto ha analizzato così un GP numero 1000 nella storia della Ferrari sulla pista di casa al Mugello ben lontano da un bilancio sufficiente. Leclerc ha concluso ottavo, Vettel nono, ma senza la penalità di cinque secondi inflitta a Raikkonen l’ultimo cleggi di più…

Binotto su Vettel-Aston Martin: “Felice, ma spero di batterlo”

Tra Mattia Binotto e Sebastian Vettel i tempi delle frecciate in conferenza stampa – come accadde all’inizio della stagione in Austria o durante il doppio weekend di Silverstone – sembra passato. La brusca separazione sancita durante il lockdown certamente non ha fatto piacere al quattro volte campione del mondo, che però è riuscito a strappare un contratto pluriennale in Aston Martin e resterà dunque in Formula 1 anche per il campionato 2021. Una sfida intrigante quella del tedesco cheleggi di più…

Binotto: “Possiamo solo migliorare”

La Ferrari si appresta a disputare il GP numero 1000 della sua storia al Mugello – circuito di sua proprietà – reduce da due weekend senza punti all’attivo su tracciati come Spa e Monza che avevano visto Charles Leclerc vincere nel 2019 alla guida della SF90. La SF1000 è una vettura lontana parente dalla sorella precedente. “Avevamo lo scorso anno un vantaggio di motore che oggi non abbiamo più – ha spiegato il team principal della Ferrari Mattia Binotto intervistato dal TG3 – abbleggi di più…

“Un ragazzino di 22 anni, deve crescere”. Binotto, inspiegabile bordata a Leclerc: Ferrari, che succede?

Sullo stesso argomento: 10 settembre 2020 Del drammatico momento della Ferrari, il team principal Mattia Binotto ne parla al Tg3. In Formula 1, per Maranello, è notte fonda e lui è il primo sul banco degli imputati: “Avevamo lo scorso anno un vantaggio di motore che oggi non abbiamo più. Abbiamo sviluppato una macchina tenendo conto di un vantaggio che poi è sparito”, premette confermando che le difficoltà di quest’anno derivano dall’indagine Fia sulla power-unit e dal seguente accoleggi di più…

Binotto: “Il Mugello non sposterà gli equilibri”

In un periodo del genere è giusto dire le cose con franchezza. Mattia Binotto ha più volte usato l’espressione “Non ci nascondiamo dietro un dito” per descrivere i problemi di una Ferrari priva di potenza-motore ed efficienza aerodinamica. Monza ha palesato altri difetti di affidabilità, come la rottura dell’impianto frenante per Sebastian Vettel. Se poi Charles Leclerc, cercando di nascondere le pecche della vettura, esagera schiantandosi alla Parabolica, un altro doppio zero è servleggi di più…