Binotto e la Ferrari SF1000: “Dobbiamo capire l’origine del problema”

Sergio Perez con la Racing Point dalla 17esima posizione in griglia di partenza è andato a un passo da artigliare la quarta ai danni della Red Bull di Alexander Albon. Charles Leclerc e Sebastian Vettel, rispettivamente scattati dalla 14esima e dalla decima, si sono eliminati dopo pochi metri e non sapremo mai fin dove si sarebbe spinta in gara nel Gran Premio della Stiria la Ferrari SF1000 dotata di aggiornamenti preparati a Maranello in fretta e furia e portati al Red Bull Ring per il secondoleggi di più…

Binotto e il mancato confronto con la SF-1000 di domenica scorsa

Il secondo posto ottenuto una settimana da Charles Leclerc ha sicuramente aiutato gli uomini della Ferrari a schiacciare sul pedale dell’acceleratore per anticipare alcune delle novità attese in Ungheria già nel fine settimana da poco andato in archivio in Stiria. Il monegasco, stavolta, ha tradito la Scuderia di Maranello esagerando in partenza nel tentativo di risalire il gruppo. Leclerc: “È tutta colpa mia” Leclerc ha visto un varco all’interno di Sebastian Vettel al tornantinoleggi di più…

Binotto e il crash Vettel-Leclerc: “Non cerchiamo colpevoli”

Sebastian Vettel scattava in decima posizione, Charles Leclerc in quattordicesima. I piloti della Ferrari, però, hanno preso il via del Gran Premio della Stiria con mescole differenti. Il tedesco ha montato la media, il monegasco la soft. La mescola a banda gialla non ha aiutato Vettel ad avere un buono spunto allo spegnimento dei semafori e in cima alla salita che porta al tornantino Remus le due SF-1000 si sono trovate vicine e il contatto tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc si è materialleggi di più…

Ralf Schumacher: “Fossi Binotto avrei paura di una chiamata del capo”

Nonostante il secondo posto ottenuto nella prima gara austriaca da Charles Leclerc, per la Ferrari l’inizio di stagione 2020 è stato indubbiamente inferiore alle aspettative – già tenute basse nelle dichiarazioni di avvicinamento all’esordio. La Rossa ha compiuto un evidente passo indietro a livello prestazionale, tanto da trasformarsi da seconda forza del campionato a protagonista delle battaglie di centro gruppo con McLaren, Racing Point e Renault. Ferrari, Binotto: “Il cronometro leggi di più…

Ferrari, Binotto: “Il cronometro non mente mai”

La pioggia poteva essere un’alleata della Ferrari, ma non lo è stata. La SF-1000 anche sul bagnato in qualifica si è rivelata una vettura nervosa nelle pur sapienti mani di Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Il monegasco ha privilegiato l’assetto per la gara e scatterà 14esimo per effetto dell’esclusione al termine del Q2 con l’undicesimo crono proprio alle spalle di Sebastian Vettel, una delusione a cui si è aggiunta la penalità di tre posizioni sulla Griglia di partenza per aver leggi di più…

Binotto: “Per gli aggiornamenti è corsa contro il tempo”

La Ferrari si prepara a vivere il suo secondo Gran Premio nell’arco di una settimana sul velocissimo tracciato del Red Bull Ring. La pista austriaca ospiterà domenica il primo storico GP della Stiria e in casa Ferrari la speranza è quella di riuscire a vivere un weekend migliore dell’ultimo, terminato sì con il clamoroso podio di Charles Leclerc, ma anche con la consapevolezza che la SF1000 è al momento più vicina alle performance dei team di centro gruppo che non a quelle di Red Bull eleggi di più…

Binotto: “Vettel poteva fare meglio”

La Ferrari ha affrontato il Gran Premio d’Austria consapevole che sarebbe stata una gara difficile, tanto che prima del via il team principal Mattia Binotto aveva fissato nelle top6 un obiettivo alla portata delle due Rosse. Charles Leclerc ha invece portato a casa un podio inaspettato, grazie agli ultimi dieci giri che l’hanno visto approfittare di ogni opportunità che gli si è presentata davanti in pista. Non altrettanto bene è andata a Sebastian Vettel, che si è girato al tornantino Rleggi di più…

Binotto: “Podio inaspettato, la squadra è unita”

Dal settimo posto in griglia di partenza al secondo finale al termine di una gara pazza in cui Charles Leclerc ha corso con il coltello tra i denti dalla prima all’ultima curva portando a casa un secondo posto d’oro. “Dobbiamo stare davanti alle scuderie che al momento sono attorno noi, l’obiettivo è la top-6”, aveva detto prima del via il numero uno del muretto Ferrari Mattia Binotto. Mondiale Costruttori F1 dopo GP Austria 2020 Il Gran Premio d’Austria, invece, è stato ben pileggi di più…

Wolff punge Binotto

Toto Wolff contro Mattia Binotto. Il team principal della Mercedes, al termine dell’ennesima giornata trionfale per la sua scuderia ha deciso di togliersi alcuni sassolini dalle scarpe, pungendo in maniera diretta il suo omologo della Ferrari nel momento sicuramente peggiore della sua gestione, risultati alla mano. Lo scorso anno e durante l’inverno si è fatto un gran parlare della power unit Ferrari e della sua presunta irregolarità, con la Mercedes che è stata la prima a farsi sentire sleggi di più…

Binotto: “Sainz scelto in quarantena”

Una volta ufficializzato l’avvicendamento in vista del campionato 2021 tra Sebastian Vettel e Carlos Sainz in Ferrari, tante ricostruzioni – provenienti principalmente da Spagna e Germania – avevano fatto risalire al mese di gennaio i primi contatti tra lo spagnolo e la scuderia di Maranello. Nella giornata di giovedì Vettel aveva spiegato di esser rimasto sorpreso della decisione di Mattia Binotto di non proseguire il rapporto, dopo aver ricevuto segnali in senso opposto durante l’inveleggi di più…