095338350 e4424102 bccd 46d1 9d3e de9ecf395adb

Intercettazioni, il dossier si riapre alla Camera. Costa contro Bonafede sulla microspia “pigliatutto” Trojan

Può la microspia Trojan, una volta inserita in un cellulare, registrare le conversazioni, ma pigliarsi pure le foto, i video, e perfino l’intera rubrica ? E può un pubblico ministero chiedere e ottenere i tabulati telefonici, senza passare per l’autorizzazione del giudice? Enrico Costa – l’ex deputato di Forza Italia passato con Azione di Carlo Calenda – è sul piede di guerra, pronto a portare nella maggioranza la sua battaglia contro un suo “nemico” da sempre, quella che considera l’invasivileggi di più…

094846225 c825d154 64f2 4e6f a0de 119de8fcbd50

Il Csm a Cartabia: stop alla legge Bonafede perché viola la Costituzione

Duecento pagine stanno scatenando la “guerra” tra consiglieri laici e togati al Csm. Divise in sei capitoli, contengono il giudizio del Csm sulla legge dell’ex Guardasigilli Alfonso Bonafede proprio sullo stesso Csm, sulla futura legge elettorale, sul destino dei magistrati in politica. Ma anche sui poteri disciplinari di palazzo dei Marescialli, sui criteri di organizzazione degli uffici, sulle valutazioni della professionalità dei colleghi. Sul sistema del sorteggio per scegliere ogni anno i leggi di più…

081231447 cfbf722e adc3 4233 ad07 75e2755fc1f3

Giustizia, ecco lo staff di Cartabia: avvocati e professori accanto agli ex di Bonafede

ROMA – Una piccola rivoluzione ai vertici di via Arenula. All’insegna però delle parole d’ordine “continuità nella discontinuità” e “tenere insieme voci diverse ma senza cancellarne la specificità”.
Non si azzera lo staff di Bonafede, ma lo si integra con figure che non arrivano, com’è tradizione del palazzo, solo e sempre dalla magistratura, ma anche dalle altre professioni, dagli avvocati – che sicuramente se ne faranno un vanto – o dalla dottrina giuridica. 
La neo ministra della Giustileggi di più…

190145794 17125ff9 2969 4295 ac53 d9bef296f871

Prescrizione, bocciato ordine del giorno Fdi per superare riforma Bonafede. Lega, Fi e Iv si astengono

Niente da fare. Sulla prescrizione – ossia sulla legge di Alfonso Bonafede – la nuova maggioranza non riesce a dormire sonni tranquilli. L’agguato è sempre dietro l’angolo. Le divisioni sono lì, davanti agli occhi di tutti. Pd e M5S da una parte. Fi, FdI, Lega, e anche Italia viva – i nemici storici della Bonafede – pronti a scaricarla. Ovviamente facendo esplodere contraddizioni nel nuovo governo. Soprattutto quando l’unico partito all’opposizione  – FdI – è pronto a sfruttare l’leggi di più…

190205009 946db44d a944 4bd1 b62a 0e7341c5258d

La prescrizione di Bonafede a rischio già nel Milleproroghe

ROMA – La legge di Bonafede sulla prescrizione – protagonista della caduta del governo Conte-bis per mano renziana – potrebbe a sua volta essere congelata già dall’inizio di marzo, ma il primo segnale politico potrebbe arrivare già dalla prossima settimana. Addirittura per decreto legge. Infatti proprio oggi, nel cosiddetto decreto Milleproroghe – nelle due commissioni, Affari costituzionali e Bilancio, che in tempi rapidissimi devono esaminarlo – sono stati dichiarati ammissibili tutti gli leggi di più…

150853863 1342c82d 361b 4b38 a54a a09018674fd1

Bonafede a sorpresa all’inaugurazione dell’anno giudiziario di Catanzaro ma tace su prescrizione e riforma del processo

In pochi si aspettavano che presenziasse. Con il destino del Conte ter ancora tutto da scrivere e il suo ministero al centro delle trattative per mettere insieme la maggioranza solida che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiesto, i più scommettevano sul forfait. Questa mattina invece il ministro della Giustizia – dopo le dimissioni del premier Conte, in carica solo per “gli affari correnti” – si è presentato puntuale alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario di Cleggi di più…

083845173 dc3d91e2 c9ed 47cd 81bc 11cd10c15ea2

Si apre l’anno giudiziario. Prescrizione, Costa e Magi contro Bonafede: “Si torni alla legge Orlando”

S’annuncia un nuovo blitz contro la prescrizione. Ne parliamo proprio nel giorno in cui in Cassazione si tiene la cerimonia per aprire, questa mattina alle 11, l’anno giudiziario che però si svolgerà in versione Covid, 50 partecipanti anziché 300. Fuori perfino i giornalisti. Tutto in streaming. C’è da scommettere che il Guardasigilli in carica Alfonso Bonafede non pronuncerà mai la parola “prescrizione”, dopo la sua relazione al Parlamento che ha depositato mercoledì sera. Ma la sua leggeleggi di più…

082817143 e8ece9d5 07c0 4cfd 97fb cb8f65e1a6d4

Crisi di governo, Bonafede consegna alle Camere la relazione sulla giustizia: il Recovery per processi più rapidi

La relazione sullo stato della giustizia del Guardasigilli Alfonso Bonafede è in Parlamento da ieri sera. Per una notte è rimasta “in sonno”, e solo stamattina verrà pubblicata sui siti della Camera e del Senato. 
Doveva essere l’oggetto di un grande scontro parlamentare, dove i numeri traballavano al Senato. Invece il testo di Bonafede, depurato da ogni riferimento politico poiché il governo è dimissionario, sarà solo una radiografia tecnica sullo stato  della giustizia. Da una leggi di più…

015750555 6bd70ebe c93a 4ac6 af9b cb4f7a253ab4

Crisi di governo, l’altalena dei ministri. Da Gualtieri a Bonafede ora molti sono a rischio

Il gioco dei nomi, delle tessere per comporre un eventuale Conte ter, ripartirà – se ci saranno le condizioni per farlo – da dove si era arenata la trattativa poche settimane fa. E cioè dalla principale richiesta di Italia Viva, quella sulla quale i dem Dario Franceschini e Goffredo Bettini avevano chiuso la porta a Matteo Renzi: il ministeri dell’Economia.
Il retroscena
Crisi di goveno, trattativa per il Conte ter in salita. Iv lancia il ticket Gentiloni-Draghi
di Tommaso Ciriaco 27 Gennaioleggi di più…

Crisi di governo Difendiamo Bonafede. Nel M5S la tentazione di mollare Conte

Crisi di governo: “Difendiamo Bonafede”. Nel M5S la tentazione di mollare Conte

ROMA – Quando in videoconferenza Vito Crimi comincia a dare i numeri del Senato, in quella che ai presenti sembra un po’ la conta delle figurine, “ce l’ho, ce l’ho, mi manca”, i ministri e i sottosegretari del Movimento 5 stelle cominciano a sbuffare. Sono le 18. La riunione è stata indetta per capire il da farsi. E il da farsi è già deciso: il Movimento ha chiesto a Giuseppe Conte di non mandare Alfonso Bonafede in aula senza paracadute. Di salvare il Guardasigilli da una bocciatura certa suleggi di più…