Bonus affitti fino a 1.200 euro a fondo perduto per chi riduce il canone allinquilino

Bonus affitti, fino a 1.200 euro a fondo perduto per chi riduce il canone all’inquilino

Ridurre il canone di locazione all’inquilino in difficoltà e avere in cambio un bonus fiscale. La legge di Bilancio ha introdotto infatti un nuovo contributo a fondo perduto fino al 50% del canone non incassato. Interessati i proprietari di appartamenti adibiti dall’inquilino a prima casa.
Quanto vale il contributo
Interessati all’agevolazione sono i proprietari di immobili nei Comuni ad alta tensione abitativa (tutti i capoluoghi di provincia e diversi Comuni di maggiori dimensioni) che hannoleggi di più…

Emmanuele Massagli presidente AIWA Bonus smart working Misurta sfumata. Ecco come rilanciare i consumi

Emmanuele Massagli (presidente AIWA): “Bonus smart working? Misurta sfumata. Ecco come rilanciare i consumi”

13 gennaio 2021 È di queste settimane la notizia dell’intenzione del governo di introdurre un “bonus smart working” per compensare le mancate entrate dei dipendenti, tra cui quella del buono pasto, e per coprire le spese sostenute per il lavoro da remoto. Cosa ne pensa?La proposta è ancora sfumata e pare costruita attorno ad una redistribuzione di risorse risparmiate nella sola pubblica amministrazione. Ad ogni modo è una ipotesi discutibile per due ragioni.La prima è di ordine genleggi di più…

Bonus bici e monopattini da domani le richieste online per gli esclusi dei rimborsi

Bonus bici e monopattini, da domani le richieste online per gli esclusi dei rimborsi

MILANO – Domani si riapre la finestra per richiedere il bonus mobilità per l’acquisto di biciclette, monopattini elettrici e mezzi dolci per coloro che non erano riusciti nel click day di novembre a inoltrare la propria domanda per l’iniziale tilt del sito e il successivo esaurimento in poche ore delle risorse disponibili.
Sul portale dedicato all’operazione è apparso infatti l’avviso che a partire dal 14 gennaio 2021 e fino al 15 febbraio 2021 chi ha effettuato acquisti di beni e servizi leggi di più…

LArt bonus ai teatri milanesi vantaggi ma non per tutti

L’Art bonus ai teatri milanesi: vantaggi ma non per tutti

Sul podio svetta il Piccolo Teatro con 3.672.132 euro. Tanti ne ha raccolti nel triennio 2018/2020 tramite Art Bonus, l’incentivo per sostenere attività e beni culturali attraverso la defiscalizzazione: chi investe (persone fisiche, imprese, fondazioni bancarie) sul patrimonio artistico pubblico usufruisce di un credito d’imposta pari al 65% dell’importo donato. Una forma di incoraggiamento al mecenatismo italico, tradizionalmente sonnacchioso. Utile, utilissima, ma non scontata. Limitando l’inleggi di più…

Adiconsum Bene bonus automatico in bolletta primo passo positivo

Adiconsum: “Bene bonus automatico in bolletta, primo passo positivo”

Condividi: 08 gennaio 2021 Roma, 8 gen. (Adnkronos/Labitalia) – “Il bonus automatico in bolletta per le famiglie in stato di bisogno era una nostra richiesta da tempo, visto che per la procedura farraginosa di presentazione della domanda solo il 30% degli aventi diritto ne usufruiva. Per noi è un primo passo positivo, ma adesso bisogna fare di più, allargando la platea dei percettori. E questo si può fare intervenendo sulla soglia Isee, sul numero dei figli, ma anche sui parametri legatileggi di più…

Adiconsum Bene bonus automatico in bolletta primo passo positivo

Adiconsum: “Bene bonus automatico in bolletta, primo passo positivo”

Condividi: 08 gennaio 2021 Roma, 8 gen. (Adnkronos/Labitalia) – “Il bonus automatico in bolletta per le famiglie in stato di bisogno era una nostra richiesta da tempo, visto che per la procedura farraginosa di presentazione della domanda solo il 30% degli aventi diritto ne usufruiva. Per noi è un primo passo positivo, ma adesso bisogna fare di più, allargando la platea dei percettori. E questo si può fare intervenendo sulla soglia Isee, sul numero dei figli, ma anche sui parametri legatileggi di più…

Unc Bene bonus sociali automatici in bolletta vantaggio per famiglie bisognose 1

Unc: “Bene bonus sociali automatici in bolletta, vantaggio per famiglie bisognose”

Condividi: 07 gennaio 2021 Roma, 7 gen. (Adnkronos/Labitalia) – “Il riconoscimento automatico dei bonus sociali di sconto sulla bolletta senza dover presentare la domanda rappresenta un enorme vantaggio per tutte le persone che rientrano nello stato di bisogno e possono accedervi. Arera infatti stima che in questi anni solo un terzo degli aventi diritto ha presento la domanda per accedere al bonus. Questo per tanti motivi, a cominciare dal sistema farraginoso. Con il nuovo sistema invece leleggi di più…

Unc Bene bonus sociali automatici in bolletta vantaggio per famiglie bisognose

Unc: “Bene bonus sociali automatici in bolletta, vantaggio per famiglie bisognose”

Condividi: 07 gennaio 2021 Roma, 7 gen. (Adnkronos/Labitalia) – “Il riconoscimento automatico dei bonus sociali di sconto sulla bolletta senza dover presentare la domanda rappresenta un enorme vantaggio per tutte le persone che rientrano nello stato di bisogno e possono accedervi. Arera infatti stima che in questi anni solo un terzo degli aventi diritto ha presento la domanda per accedere al bonus. Questo per tanti motivi, a cominciare dal sistema farraginoso. Con il nuovo sistema invece leleggi di più…

Corsa ai bonus come chiederli e quando arriveranno i soldi

Corsa ai bonus: come chiederli e quando arriveranno i soldi

ROMA – Inventare nuovi bonus è facile. Più complicato farli funzionare. La nuova legge di Bilancio ne introduce almeno altri 20. Ma come richiederli? E quando arriveranno i soldi? A leggere le norme bisognerà quasi sempre attendere: una circolare, un decreto ministeriale, un provvedimento dell’Agenzia delle entrate.
Il conto alla rovescia parte dall’entrata in vigore della legge: il primo gennaio 2021. Da quel momento, a seconda dei casi, devono passare 30-45 o anche 60 giorni per l’attuazionleggi di più…

Spende e spande in bonus ma zero investimenti il pessimo ministro Roberto Gualtieri

Spende e spande in bonus ma zero investimenti: il pessimo ministro Roberto Gualtieri

Paola Tommasi 03 gennaio 2021 Come su “Scherzi a parte”. Prima il presidente Conte e il ministro Gualtieri si vantano di aver avuto i soldi del Recovery Fund dall’Europa, poi dicono di non volerli usare perché scoprono, dopo mesi che è noto a tutti, che generano altro debito pubblico e, con tutto quello che hanno accumulato nel 2020 per distribuire bonus, l’Italia non può permetterselo. O forse questa è la giustificazione ufficiale mentre quella vera è che il governo non ha un piano credleggi di più…