Coronavirus nel mondo, Trump sospende ingressi in Usa dal Brasile. In America Latina oltre 1.200 morti in 24 ore

Mappa aggiornata – Evoluzione contagiIn tutto il mondo sono 5.344.043 i casi, con 2.139.863 guarigioni e 342.653 morti.Cala il numero di nuovi decessi per coronavirus negli Usa. Nelle ultime 24 ore sono stati 638, meno degli oltre mille degli ultimi giorni. Lo dicono i dati della Johns Hopkins University. Gli Usa sospendono gli ingressi per i non americani che arrivano dal Brasile. Lo annuncia la Casa Bianca. “Il presidente ha deciso di proteggere il Paese sospendendo gli ingressi di stranieri cleggi di più…

Coronavirus nel mondo: Brasile secondo Paese per contagi. In Africa più di 100 mila casi

Mappa aggiornata – Evoluzione contagiNel mondo sono più di 335 mila le vittime del coronavirus, secondo il bilancio aggiornato da Afp. Finora i morti accertati sono almeno 335.538. Sono più di 5.158.750 casi di contagio ufficialmente diagnosticati in 196 paesi e territori dall’inizio dell’epidemia. Questo numero di casi diagnosticati, tuttavia, riflette solo una parte del numero effettivo di contagi, con un gran numero di Paesi che effettuano screening solo sui casi che richiedono cure ospedalleggi di più…

Brasile, ospedali al collasso. “Entro due settimane non saremo più in grado di accogliere i malati”

A un passo dal collasso. Il sistema sanitario del Brasile rischia di soccombere sotto il Covid 19. Gli ospedali di San Paolo, la capitale economica e finanziaria del Paese, sono occupati al 90 per cento. Non ci sono più spazi per ospitare ammalati e letti per le terapie intensive. Ne restano pochissimi. “Entro due settimane”, denuncia allarmato il sindaco Bruno Covas, “non saremo più in grado di accogliere i contagiati gravi”. Poi ha lanciato un appello a rafforzare il lockdown che tra mille cleggi di più…

Dopo Amici c’è il Brasile, la seconda vita di Gaia

Si scrivono canzoni per i motivi più diversi, o anche a caso, durante un viaggio, o una lettura, o un incontro. Alle volte però agli autori delle canzoni può capitare di comprendere subito di aver fatto qualcosa di speciale: “In effetti, quando ho scritto Chega mi sono resa conto che per la prima volta quello che avevo fatto, dalla melodia, al testo, al suono, mi rappresentava per davvero, che avevo davvero trovato la mia cifra”.È come se quella canzone fosse la sua carta d’identità, quellaleggi di più…

Hulkenberg: “Brasile 2012 il mio errore più grande”

Nel corso delle sue nove stagioni trascorse in Formula 1 Nico Hulkenberg è stato spesso considerato un potenziale pilota da top team, con la velocità necessaria per competere per vittorie e – magari – titoli mondiali. Sfortuna ed errori però hanno confinato il tedesco, capace di vincere a ripetizione nelle categorie minori, in squadre di centro gruppo con cui non è mai riuscito nemmeno una volta a salire sul podio. Il record di 177 GP disputati senza mai un’apparizione in top-3 è qualleggi di più…

Brasile, Bolsonaro perde il secondo ministro della Salute in 3 settimane

Alla fine ha mollato anche lui. Impossibile convivere politicamente con Bolsonaro. Ventotto giorni dopo essere stato nominato al posto di Luiz Henrique Manetta come ministro della Salute, getta la spugna Nelson Teich. Il presidente lo ha lasciato fare per tre settimane ma quando ha visto che fronteggiava la pandemia come il suo predecessore, ha mostrato sempre più insofferenza e lo ha contrastato. Sia Mandetta sia Teich sono due medici; il primo un ortopedico, il secondo un oncologo. Ed entrambleggi di più…

Coronavirus, il paziente ‘zero’ del Brasile morto a fine gennaio: il primo focolaio è stato il carnevale di Rio

IL paziente ‘0’ del Brasile è un uomo. È stato rintracciato dai ricercatori della Oswaldo Cruz Foundation attraverso lo studio dei test molecolari, i primi a disposizione in modo chiaro nella grande confusione che avvolge l’analisi epidemiologica del Covid 19. La scoperta sposta indietro di due mesi la data d’inizio della pandemia nel gigante dell’America Latina finora fissata il 16 marzo di quest’anno quando si registrò il primo morto ufficiale per il coronavirus. L’inizio di tutto fu attrileggi di più…

Calcio: Brasile; Bolsonaro, fosse per me bisogna riprendere

(ANSA) – BRASILIA, 30 APR – “Se la ripresa del calcio nel nostro paese dipendesse dal mio voto, io sarei per il Sì, logicamente con il parere tecnico del ministero della Salute, che comunque credo sarà favorevole”.    Anche il Presidente del Brasile Jair Bolsonaro, secondo quanto riporta il quotidiano ‘O Dia’ sia nell’edizione in edicola che su quella online, è tra i favorevoli affinché l’attività calcistica riprenda, con la disputa dei campionati regionali fermati dalla pandemia.    leggi di più…